Il Napoli risponde a Higuain: "Non ti dobbiamo nemmeno un euro"

Juventus-Lazio, oltre alla Coppa Italia, può assegnare il titolo di capocannoniere: Dybala guida la classifica insieme a Pandev e Borriello.

In goal in campionato, in goal all'andata e poi al ritorno in Coppa Italia: non si può certo dire che Gonzalo Higuain si sia fatto tradire dall'ansia nel reincontro con il Napoli. E se un po' di emozione c'è stata, è stata soppiantata dall'astio nei confronti del suo ex presidente.

Non solo l'accusa di averlo cacciato via lui, non proponendo un progetto all'altezza delle ambizioni di uno dei centravanti più forti del mondo: in ballo c'è anche una questione legale, con l'attaccante della Juventus che chiede al club azzurro una somma vicina ai 700mila euro relativa non alla questione dei diritti d'immagine, come emerso in un primo momento, ma al rimborso del contributo di solidarietà relativo alla stagione 2015/16.

A confermarlo è Mattia Grassani, l'avvocato del club azzurro, intervenuto su 'Radio Marte': "Si tratta di una somma importante, che Higuain ritiene gli spetti. Ma il Napoli l'ha già versata allo Stato. Non si parla dunque di diritti d'immagine, ma di una questione tributaria".

"Saranno i giudici a prendere una decisione - continua Grassani - però il Napoli ritiene che non debba versare nemmeno un euro al signor Higuain, avendo già versato la somma allo Stato per suo conto".

La vicenda è destinata a non concludersi in tempi brevi: "Ne sentiremo parlare ancora un po'. Il Collegio arbitrale non è ancora stato costituito, deve insediarsi e convocare le parti. Poi non ci vorranno dei mesi: una volta iniziato il procedimento sarà veloce".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità