Il passo falso della Roma accende la lotta per l'Europa. Fiorentina, Atalanta e Lazio, tutti gli scenari in due giornate

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'inaspettato passo falso della Roma, fermata sull'1-1 all'Olimpico contro il Venezia già retrocesso dopo il pareggio della Salernitana, ha aperto ancora di più i giochi in chiave qualificazione europea. L'Atalanta e la Fiorentina, vincendo, rispettivamente contro Milan e Sampdoria sorpasserebbero i giallorossi, in caso di pareggio invece, sarebbero tutte e tre a pari punti ma con la Roma avanti nell'eventuale classifica avulsa. Osservatrice interessata ma più tranquilla di raggiungere un posto in Europa è la Lazio, che domani sera si giocherà il primo il primo dei due match point in casa della Juventus. Per Sarri, conquistare l'obiettivo stagionale davanti i suoi ex tifosi, che mai lo hanno amato e spesso neanche supportato, sarebbe il miglior modo per chiudere il suo primo anno sulla panchina biancoceleste.

TESTA E GAMBE ALLA CONFERENCE - La sensazione è che dopo il passaggio del turno contro il Leicester, la Roma abbia testa, gambe e forse anche il cuore concentrati solo sulla finale di Conference League contro il Feyenoord, in programma il 25 maggio. I 4 pali e le 46 conclusioni totali nel match contro il Venezia testimoniano come la componente sfortuna sia stata centrale nel pareggio di ieri; così come il gol subito dopo solo un minuto da Okereke è sintomo di come la squadra di Mourinho pensi già alla partita più importante dell'anno, quella contro gli olandesi.

TUTTE IN EUROPA SE - Una lotta più accesa che mai per qualificarsi in Europa, con la speranza che sia League e non Conference. Ma c'è anche la possibilità che nessuna delle squadre in corsa per questo obiettivo rimanga fuori. La Roma infatti, nel caso arrivasse ottava in classifica - e quindi fuori dai tre posti validi per qualificarsi in Europa - potrebbe comunque partecipare all'Europa League vincendo la finale contro il Feyenoord. Sarebbe - per il calcio italiano - un grande successo, un trofeo europeo dopo 12 anni (l'ultimo conquistato proprio da Mourinho con l'Inter), e otto squadre a giocare le competizioni europee (4 in Champions, 3 in Europa League e una in Conference).

CALENDARI A CONFRONTO E ARRIVO A PARI PUNTI - La Roma chiuderà il campionato in casa del Torino mentre la Lazio, dopo il match di domani sera all'Allianz Stadium, avrà il Verona tra le mura amiche. L'Atalanta è attesa dalla partita di San Siro contro il Milan, gara che può valere lo scudetto mentre all'ultima giornata affronterà l'Empoli, match sulla carta abbordabile. Fiorentina che invece per conquistare un posto in Europa dopo quattro stagioni, giocherà con la Sampdoria al Marassi per poi accogliere i rivali storici, ovvero la Juventus. In caso di arrivo a pari punti, i viola sono in vantaggio solo con l'Atalanta, avendo perso entrambe le sfide con la Lazio ed essendo dietro alla Roma per quanto riguarda la differenza reti. Giallorossi che invece sono avanti in questo senso rispetto a tutte le rivali. Situazione opposta per l'Atalanta, che solo in caso di arrivo a pari punti con la squadra di Sarri starebbe davanti in classifica. Nell'incredibile situazione in cui tutte e quattro le squadre si ritrovassero con lo stesso punteggio, la classifica finale sarebbe questa: Roma, Lazio, Fiorentina, Atalanta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli