Il piano di Laporta per trattenere Messi al Barça: la Pulce deve essere il simbolo della rinascita blaugrana

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Trattenere a tutti i costi Leo Messi. È questo il primo e complicato obiettivo da neo-presidente del Barcellona per Joan Laporta che pochi giorni fa è stato rieletto numero uno del club blaugrana dopo il suo precedente mandato dal 2003 al 2010.

Joan Laporta | LLUIS GENE/Getty Images
Joan Laporta | LLUIS GENE/Getty Images

Secondo quanto riportato dalla stampa spagnola, il sito El Confidencial in particolare, Laporta vuole fortemente che Messi resti al Barcellona per ricoprire il ruolo di leader della rinascita blaugrana (sia dal punto di vista sportivo che finanziario): per l'avvocato catalano non è contemplato il fatto che il fuoriclasse argentino a fine stagione faccia le valigie e si trasferisca altrove a titolo gratuito.

Lionel Messi | Xavier Laine/Getty Images
Lionel Messi | Xavier Laine/Getty Images

Il piano di Laporta per convincere Messi a restare si articola in 2 principali punti. Il primo punto prevede un rinnovo di contratto a vita per il numero 10 argentino che vada oltre il termine della carriera sul campo e che prosegua poi all’interno della dirigenza, il secondo punto (il più delicato) prevede invece che la Pulce riduca del 30% il suo attuale stipendio così da permettere al Barça di ridurre sensibilmente i costi di gestione.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.