Il Pordenone ritrova la vetta, la Reggiana dilaga

Getty Images

Dopo il sabato dedicato al girone C, gli altri due raggruppamenti della Serie C hanno visto disputarsi domenica 8 gennaio la seconda giornata del girone di ritorno.

Nel girone A si registrano ancora novità al vertice, dove la Feralpisalò è stata raggiunta dal Pordenone a quota 39 punti: la formazione di Vecchi è stata fermata sullo 0-0 sul campo della Pro Patria, quella di Di Carlo, unica a vincere tra le prime sette, ha superato 2-1 in trasferta la Juventus Under 23, alla quarta sconfitta consecutiva.

Termina 1-1 l’atteso derby Vicenza-Padova: Ferrari risponde a Jelenic poi non succede più nulla, così i berici restano in scia delle prime e i biancoscudati al limite della zona playoff. Cade ancora la Pro Sesto (3-1 in casa dell’Albinoleffe). In coda secondo successo consecutivo per Trento e Piacenza che inguaiano la Triestina, ora ultima a -4 dalla zona playout.

Nel B la Reggiana travolge il Siena per 4-0 in una sfida mai banale dopo l’infuocato quarto di finale playoff del 2018: i ragazzi di Diana infilano la terza vittoria consecutiva salendo a quota 46 e mantengono cinque punti sul secondo posto, ora occupato solo dal Cesena, al quale nel derby contro il Rimini basta il guizzo nel finale di Prestia. Cade infatti ancora il Gubbio, sconfitto in casa 3-1 dalla Fermana e raggiunto al terzo posto dall’Entella (4-2 all’Alessandria).

In caduta libera il Fiorenzuola, travolto in casa 3-0 dalla Vis Pesaro e giunto alla terza sconfitta consecutiva. In coda sussulto dell’Olbia che batte 2-1 il Montevarchi (decide Ragatzu) e balza al terzultimo posto superando gli stessi toscani e l’Imolese.