Il Prefetto di Palermo cambia idea: anche i tifosi del Cagliari al Barbera

Il patron del club rossoblù Giulini ha spiegato che Rastelli rimarrà in rossoblù e che nel club isolano tornerà Cossu, un beniamino della tifoseria.

Dopo i fatti di sabato scorso, coi violenti scontri a Sassari causati da un nutrito gruppo di ultrà del Cagliari, che hanno scelto il pretesto dell'amichevole della squadra rossoblù col Sorso per scontrarsi coi tifosi della Torres, la Questura di Palermo aveva vietato la trasferta ai tifosi sardi in occasione del match di campionato in programma domenica pomeriggio a Palermo.

Disposizione che è stata però ritrattata. L'Osservatorio Nazionale Manifestazioni Sportive e la Questura parlermitana hanno infatti deciso di aprire il settore ospiti dello stadio Barbera ai tifosi del Cagliari con la tessera del tifoso.

Intanto, ieri, anche il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha preso parte alla riunione in Prefettura durante la quale è stato fatto il punto della situazione sugli scontri di Sassari. "La rivalità tra le tifoserie di Cagliari e Torres non è nuova - ha affermato il Prefetto Giuliana Perrotta, come riferisce la 'Gazzetta dello Sport' - Non dobbiamo farci ritrovare impreparati, si deve ripartire con azioni coordinate che coinvolgano il club e i vari attori della società civile. Le misure repressive servono ma da sole non bastano. Al Cagliari abbiamo chiesto di isolare i tifosi violenti, sappiamo che su due piedi non è facile perché si tratta di gruppi ben radicati da tempo. Terremo la guardia sempre più alta".

Il patron del Cagliari, poi, è amareggiato per quanto accaduto... "Noi e i tifosi veri siamo parte lesa dell'intera vicenda - ha affermato Giulini - Ci adoperiamo concretamente su diversi fronti per diffondere una cultura del tifo sano e coerente con quelli che sono i valori fondanti del club, con un lavoro meticoloso e un ampio numero di iniziative. I fatti di Sassari non hanno nulla a che fare con lo sport".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità