Il PSG sanzionato per violazione delle regole sulla Third Party Influence nel trasferimento di Icardi. E l'Inter?

·2 minuto per la lettura

La Fifa comunica infine la notizia lungamente attesa. Ma per il momento pare una notizia a metà. Ci riferiamo alla violazione della regola sulla Third Party Influence (TPI, articolo 18 bis del Regolamento sullo Status e i Trasferimenti dei Calciatori, RSTP nell'acronimo inglese) che si sospettava fosse stata compiuta in occasione del trasferimento di Mauro Icardi dall'Inter al Paris Saint Germain, avvenuto ai primi di settembre 2019.

Si ricorderà che in quei giorni circolavano notizie relative a clausole che impedissero al club francese di cedere l'attaccante argentino a altri club italiani. Ciò che, appunto, è vietato dall'articolo 18bis del RTSP come ribadito dalle recenti decisioni della Commissione Disciplinare Fifa e raccontato quasi un anno fa in esclusiva da Calciomercato.com. In particolare, ci soffermammo sul caso di Medhi Benatia, ceduto dalla Juventus all'Al Duhail nel quadro di un accordo che prevedeva il veto sul successivo trasferimento del calciatore verso cinque club italiani (Inter, Lazio, Milan, Napoli e Roma) e il Paris Saint Germain. In quella circostanza entrambe le società vennero sanzionate dalla Fifa, anche se in modo molto blando: 40mila franchi svizzeri per la Juventus e 20mila franchi svizzeri per l'Al Duahil.

Dalle scorse ore sappiamo che il medesimo meccanismo ha portato la Commissione Disciplinare Fifa a sanzionare il Paris Saint Germain. La ratio è contenuta nel documento della decisione presa lo scorso 14 gennaio, con motivazioni pubblicate il 9 marzo.

Nella ricostruzione si parla dei termini dell'accordo stipulato il 2 settembre 2019: prestito con riscatto azionato a giugno 2020 per 50 milioni di euro, più altri 22 milioni di euro di eventuali bonus. Ma ciò che salta all'occhio degli addetti al Fifa Transfer Matching System (TMS) è la clausola 6 del contratto. Essa stabilisce che, nel caso in cui il Paris Saint Germain cedesse (avesse ceduto) Icardi a qualsiasi club italiano durante la campagna trasferimenti estiva del 2020, avrebbe dovuto versante ulteriori 15 milioni di euro nelle casse dell'Inter.

Come segnalato da noi di Calciomercato.com, una clausola del genere comporta una delle condizioni di “influence” sulle politiche di trasferimento di un club. Inoltre il PSG ha violato anche la regola che impone di segnalare gli accordi di TPI nel momento in cui viene sottoposto il contratto al TMS. Per questo motivo la società francese è stata sanzionata. Per una cifra, se possibile, ancora più ridicola di quella inflitta all'Al Duhail: 10mila franchi svizzeri, che in euro fanno circa 9.120.

Questo è quanto si apprende dalla consultazione del sito Fifa. E a questo punto vi chiederete: e l'Inter? Vi rispondiamo che ce lo stiamo chiedendo pure noi. Perché, facendo riferimento al precedente Juventus-Al Duhail, ci sembra strano che non venga punita anche la società cedente (cui fra l'altro, in quel caso, è toccata sanzione doppia). In queste ore abbiamo avviato verifiche per le quali restiamo in attesa di risultati e su cui vi aggiorneremo.

@pippoevai

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli