Il PSG si illude, de Bruyne e Mahrez ribaltano la semifinale: 2-1 per il City al Parco dei Principi

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
Matteo Baldini
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Dopo la prima semifinale di Champions League, disputata ieri tra Real Madrid e Chelsea, va in scena al Parco dei Principi quella che tanti hanno definito come una sorta di finale anticipata tra Paris Saint Germain e Manchester City, squadre da tempo a caccia di una sospirata affermazione a livello europeo dopo i successi trovati in Ligue 1 e Premier.

Il gol di Marquinhos | Xavier Laine/Getty Images
Il gol di Marquinhos | Xavier Laine/Getty Images

IL PSG DURA UN TEMPO - Il PSG regala subito brividi alla retroguardia del City, Neymar non riesce però a dare potenza al tiro e non sfrutta l'assist di Mbappé. Dopo 10 minuti all'insegna dei ribaltamenti di fronte è il PSG a gestire i giochi e non c'è molto da attendere perché arrivi il vantaggio: prima Neymar trova la risposta di Ederson poi, sugli sviluppi di un corner, la parabola disegnata da Di Maria viene raccolta da Marquinhos che, di testa, firma l'1-0. Timidi segnali di reazione del City, dopo il gol subito, ma alla lunga sono sempre gli uomini di Pochettino a rendersi più pericolosi e Paredes, in particolare, va a un soffio dal raddoppio. L'ultima occasione del primo tempo è per i Citizens, Navas però si fa trovare pronto e toglie a Foden la gioia del gol.

La punizione che porta al 2-1 | Alex Grimm/Getty Images
La punizione che porta al 2-1 | Alex Grimm/Getty Images

MICIDIALE UNO-DUE - Il copione della ripresa appare diverso e più orientato verso la formazione di Guardiola, il cui possesso è più rapido e insidioso rispetto a quanto accaduto nel primo tempo. De Bruyne sale poi in cattedra dopo il 60': prima cerca il gol in rovesciata e poi, al 65', beffa Navas con un cross morbido che nessuno raccoglie e che scivola dunque in porta. Nell'arco di pochi minuti la sfida cambia volto e al 71' Mahrez si incarica di tirare una punizione dal limite, il pallone supera la barriera e si infila in porta, Navas si tuffa ma non ci arriva. Il finale si fa poi ancor più complesso per il PSG, già provato dall'uno-due del City: espulso Gueye per un brutto fallo, evidentemente di frustrazione, commesso su Gundogan. Solo nel recupero i padroni di casa tentano l'assalto, più d'impeto che ragionato, ma il City resiste (sfiorando anche il 3-1 con de Bruyne) e giocherà il ritorno forte del successo per 2-1 al Parco dei Principi.

Segui 90min su Instagram.