Il punto sui riscatti della Juve in estate: la cifra tra incassi e spese

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Il mercato della Juve, così come quello di tutte le squadre, non passerà solo da acquisti e cessioni, ma chiaramente anche dalla questione riscatti. Una situazione da definire il prima possibile per poter capire il budget a disposizione.

Weston McKennie | Jonathan Moscrop/Getty Images
Weston McKennie | Jonathan Moscrop/Getty Images

Secondo quanto rivelato dall'edizione odierna del Corriere dello Sport, per il club bianconero c'è già un riscatto definito: quello di Weston McKennie, prelevato in prestito in estate dallo Schalke 04 e che verrà pagato 18,5 milioni di euro. Il club bianconero deve però decidere sui riscatti di altri due calciatori. Il primo, quello che al momento appare meno probabile, è quello di Alvaro Morata. L'attaccante spagnolo arrivato dall'Atletico Madrid può essere acquistato a titolo definitivo in estate per 45 milioni di euro o, in alternativa, restare un altro anno in prestito alla Juve per la "modica" cifra di 10 milioni (soluzione preferita, chiaramente, da Fabio Paratici). Per Federico Chiesa, invece, i discorsi per il riscatto con la Fiorentina sono rimandati al 2022.

Alvaro Morata | Chris Ricco/Getty Images
Alvaro Morata | Chris Ricco/Getty Images

Per la Juve, quindi, c'è da pagare una cifra totale che si aggira intorno ai 63,5 milioni di euro, a cui poi si aggiungerà in seguito quella per Chiesa. In entrata, invece, tra Rolando Mandragora e Cristian Romero, rispettivamente in prestito a Torino e Atalanta, possono entrare nelle casse bianconere dagli 11 ai 34 milioni.

Segui 90min su Instagram