Il ritorno di Allegri alla Juventus resta complicato: il motivo. E spunta un altro nome 'italiano' per la panchina

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

Il futuro di Andrea Pirlo alla Juventus è appeso ad un filo. Stando alle ultime parole di Fabio Paratici, il Maestro resterà sulla panchina bianconera fino al termine della stagione e sarà confermato anche per la prossima in caso di qualificazione alla prossima Champions League. Ma intanto iniziano già a rincorrersi le prime voci di cambiamento, con il nome di Massimiliano Allegri che torna a circolare con prepotenza in ottica bianconera.

Gian Piero Gasperini | Paolo Bruno/Getty Images
Gian Piero Gasperini | Paolo Bruno/Getty Images

Ma quanto è percorribile l'ipotesi? Poco, almeno stando a quanto raccolto dai colleghi di Calciomercato.com che definiscono l'operazione addirittura "ai confini dell'impossibile" perché "non sussistono al momento le condizioni per il rientro di Allegri alla Juve". E ci sarebbe una lunga lista di motivazioni che spingono per questo scenario: oltre al rapporto non idilliaco con lo stesso Paratici (la cui posizione resta in dubbio) ci sono "altri discorsi legati anche ad altre questioni e ad altre persone" scrive il portale.

Il mercato è lungo e tutto può cambiare, ma una seconda vita di Allegri a Torino sembra complicata. Ecco perché nelle ultime ore è spuntato anche il nome di Gian Piero Gasperini, autore del rilancio dell'Atalanta negli ultimi anni e legato alla città di Bergamo.

Segui 90min su Instagram.