Il seguito dei 5 principali campionati europei in Cina e USA: la Serie A si difende

Matteo Baldini
·3 minuto per la lettura

Una delle missioni strategiche del calcio, pensandola in prospettiva europea e quindi di fatto ai campionati più seguiti e ricchi di storia, è quella di diventare sempre più esportabile e sempre più familiare anche per quei mondi, e quei mercati, ritenuti in genere troppo distanti dalla cultura della passione calcistica. E la missione presa qui in considerazione non può prescindere da un'analisi dello stato delle cose in due contesti come Stati Uniti e Cina, le vere superpotenze che - in prospettiva - potrebbero rappresentare "terreno di conquista" del calcio europeo in un momento di necessaria rinascita e di ripartenza, una volta superata l'emergenza Coronavirus, almeno dal punto di vista sanitario.

Grazie alla società di ricerche di mercato YouGov si possono prendere in considerazione dati significativi in merito all'interesse nei confronti del calcio europeo, e dei singoli campionati, tra Cina e Stati Uniti. Anche in due contesti così diversi, diametralmente opposti per tanti aspetti, diventa interessante capire l'impatto dei vari campionati e il seguito che questi ultimi riescono ad attrarre, con un occhio di riguardo ovviamente per la Serie A.

Cameraman al lavoro in Premier | Visionhaus/Getty Images
Cameraman al lavoro in Premier | Visionhaus/Getty Images

I dati tra Cina, Stati Uniti e Italia:

CINA - Una Serie A che, a tutti gli effetti, riesce a difendersi in modo onorevole, senza perdere troppo il passo rispetto a campionati economicamente più ricchi: la concorrenza è più viva ed equilibrata che mai, la percentuale di intervistati che si interessa a Premier League, Liga, Serie A, Bundesliga non è poi così dissimile, con la sola Ligue 1 piuttosto indietro rispetto agli altri quattro campionati. In Cina, in particolare, l'interesse verso il calcio europeo appare piuttosto elevato ed è il campionato francese a giocare il ruolo della Cenerentola: la Premier League è la più seguita, dal 31% dei partecipanti, seguita a ruota da Serie A e Bundesliga (30%) e dalla Liga (col 29%). Più indietro, come detto, la Ligue 1: 23% il dato per il campionato francese.

USA - Negli Stati Uniti appare evidente l'esigenza di premere ancora sull'acceleratore e di ridestare un interesse piuttosto pigro rispetto a quello cinese, è noto del resto come la passione statunitense per il mondo del calcio appaia timida se rapportata agli sport più seguiti e conosciuti oltreoceano, tali da generare giri d'affari inarrivabili. Negli USA, detto del minor seguito rispetto alla Cina, è sempre la Premier League ad attirare le maggiori attenzioni, interessa all'13% degli intervistati, seguita da Liga e Bundesliga (12%), dalla Serie A (11%) e dalla Ligue 1 che, anche in questo caso, appare come fanalino di coda e si attesta al 9% degli intervistati.

ITALIA - Interessante anche quanto emerge pensando al seguito dei campionati europei in Italia, lasciando per un attimo da parte le realtà più lontane: nel nostro Paese, dopo la Serie A (55%), è la Liga il campionato con il maggior numero di appassionati (25% tra gli intervistati) mentre la Premier League, col 23%, perde il primato mostrato invece nei mercati più lontani. Chiudono Bundesliga al 18% e Ligue 1 al 15%.

CR7 e Messi | David Ramos/Getty Images
CR7 e Messi | David Ramos/Getty Images

La qualità media paga:

Un dato che dunque appare degno d'attenzione è un interesse pienamente nella media per la Serie A rispetto agli altri campionati, senza dunque niente da invidiare a realtà attualmente più ricche e blasonate.

Un dato confortante che può essere confrontato anche con quanto accade alla Ligue 1: il campionato francese non riesce ad attirare attenzioni pari a quelle degli altri campionati nonostante la presenza di un PSG ricco di grandi nomi, Neymar su tutti. Evidente che la presenza di un club così distante dagli altri, come appunto il Paris Saint Germain, non giovi globalmente all'intero movimento calcistico: i Paesi con più squadre di livello, ricche di storia e di grandi nomi, risultano premiati anche in realtà distanti dalla nostra. Quel che sembra premiare, in sostanza, è la qualità media distribuita sull'intero campionato, con elementi di spicco che non siano tutti concentrati in una sola squadra.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.