Il sito che ti aiuta a trovare palestre attrezzate per i disabili

Yahoo Notizie
(foto: Getty)
(foto: Getty)

Anche chi soffre di disabilità ha diritto di fare dell'attività fisica di qualsiasi livello. Ma è evidente che la realtà non dà la stessa risposta.

Molte palestre italiane non sono attrezzate per ospitare persone disabili, siano esse in carrozzina, affette da disturbi neurologici o con altri tipi di problemi. Molti danno per scontato che chi è disabile non possa effettuare del movimento fisico, salvo magari accorgersi ogni 4 anni dell'esistenza delle Paralimpiadi e salire sul carro dei vincitori quell'attimo nel quale il TG ne parla.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

In Italia esiste un'associazione che ha deciso di fare più luce sull'argomento. Life at Best, associazione padovana, ha lanciato un progetto che si chiama Move 4 Free; l'idea è di trovare, catalogare e comunicare la presenza di tutte le palestre italiane che offrono servizi per persone disabili, da semplici corsi all'attrezzatura specifica che in certi casi è necessaria.

Il servizio si basa su un concetto di domanda e offerta: i disabili cercano la palestra, i centri fitness e le associazioni offrono spazi e corsi. Sul sito è scritto: "MOVE4FREE si rivolge a tutti quei centri fitness che, tra i propri servizi, propongono il personal training. L’obiettivo del progetto è il coinvolgimento del maggior numero di strutture possibile, perché l’offerta di questo servizio GRATUITO possa essere ampia e distribuita in modo capillare sul territorio. Le strutture aderenti, previa verifica dei requisiti, riserveranno 4 ore di personal training alla settimana TOTALMENTE GRATUITE a chi, a causa della propria disabilità, ha difficoltà ad approcciarsi all’attività fisica. Come si svolgerà la seduta? Con l’aiuto di un istruttore dedicato per un’ora di allenamento. Gli utenti potranno accedere GRATUITAMENTE alle palestre MOVE4FREE su appuntamento. La seduta di allenamento andrà prenotata attraverso il sito web o contattando l’Associazione LIFE AT BEST via e-mail o telefono".

Quali sono i requisiti di cui è stato scritto? L'assenza di barriere architettonica, la presenza di personal trainer specificamente preparati per lavorare con determinate lesioni, specificità motorie e psichiche, la disponibilità temporale.

Il sito è stato presentato anche al Senato della Repubblica, nel tentativo di ottenere un riconoscimento che possa permettere all'associazione di raggiungere ogni angolo della Penisola e diventare un servizio nazionale. Attualmente, infatti, il servizio è ancora limitato alla sola provincia di Padova. Per abbattere le barriere serve anche questo: ampliare i confini e raggiungere più alte vette!


Potrebbe interessarti anche...