Voci sulla sua morte dopo il sisma in Messico, Advincula: “Gente di m****”

Nelle ultime ore si era sparsa la voce della morte di Luis Advincula, il giocatore attacca: "Mio padre e mia madre sono anziani...".

Sono giornate ovviamente drammatiche quelle che si stanno vivendo in Messico. Dopo il devastante terremoto che ha colpito nei giorni scorsi il Paese, in molte città è ancora in atto una vera e propria corsa contro il tempo per riuscire a trarre in salvo quelle persone che sono ancora intrappolate sotto le macerie.

Purtroppo però, questo è il momento di fare anche la triste conta delle vittime e, nello sfrenato rincorrersi delle notizie di questi giorni, può capitare anche di incappare in pericolosi errori.

Lo sa bene Luis Advicula, giocatore peruviano che milita nel club messicano del Tigres. Non si sa ancora con certezza se si sia trattato di una notizia errata, di una fake news o di un macabro scherzo, fatto sta che nelle ore scorse sono circolate voci che volevano l’esterno 27enne tra le vittime del sisma.

Lo stesso Advincula ha reagito duramente a tale notizia attraverso un post apparso sul suo profilo Twitter: “Gente di m**** che non ha altre cose da fare senza pensare al danno che potrebbe arrecare ai miei familiari, ignoranti di m****”.

La notizia della morta di Advincula era iniziata a circolare su Facebook ed è poi stata ripresa da diversi media facendo il giro del mondo. Il nazionale peruviano ha spiegato a RPP: “Sono una giovane e posso arrabbiarmi per notizie di questo genere. Nessuno può sapere come avrebbero reagito mia madre e mio padre che sono anziani, poteva scapparci una tragedia. E’ questa la cosa che mi ha fatto imbestialire. Se ho usato parole fuori contesto è perché ero furibondo”.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità