Il Toro Martinez punisce i granata: 2-1 all'Olimpico. L'Inter allunga in vetta

Alessio Eremita
·3 minuto per la lettura

L'Inter strappa tre punti pesantissimi al Torino a cinque minuti dal termine della partita, valevole per la 27a giornata di Serie A. A decidere il 2-1 finale sono le reti di Lukaku su rigore e Lautaro Martinez con un colpo di testa magistrale, che annulla di fatto il momentaneo pareggio del granata Sanabria. Una vittoria sofferta che permette alla squadra di Conte di proseguire la corsa solitaria in vetta: sono sette i punti di vantaggio sul Milan, atteso dal big match contro il Napoli.

Torino-Inter: il primo tempo

Torino-Inter | Valerio Pennicino/Getty Images
Torino-Inter | Valerio Pennicino/Getty Images

Tanta, troppa sofferenza per l'Inter nel corso dei primi quarantacinque minuti sul terreno dell'Olimpico Grande Torino. I nerazzurri ci provano a più riprese senza riuscire a scardinare con efficacia la difesa granata, che tiene botta allo strapotere fisico di Lukaku e all'imprevedibilità di Lautaro Martinez. È l'argentino a creare i maggiori pericoli là davanti: al 3' manda fuori di testa un cross di Perisic dalla sinistra, al 7' invece manca per un soffio all'appuntamento con il gol. Straordinario l'anticipo di Lyanco. Il centrale del Torino non si accontenta del salvataggio e vuole annotare il proprio nome sulla lista dei marcatori, ma l'incornata al 28' si schianta clamorosamente contro il palo. Con Bastoni e Handanovic fuori dai giochi, l'occasione era davvero ghiotta. I ritmi restano blandi, occorre una strategia diversa per bypassare il tentativo (finora riuscito) di assorbimento da parte dei padroni di casa.

Torino-Inter: il secondo tempo

Romelu Lukaku | Valerio Pennicino/Getty Images
Romelu Lukaku | Valerio Pennicino/Getty Images

La ripresa inizia nel peggiore dei modi per la formazione di Nicola, costretto a sostituire l'infortunato Baselli con Linetty. Ma la mossa a centrocampo capace di cambiare le sorti del match arriva dalla panchina nerazzurra, quando Conte ordina l'ingresso in campo di Eriksen. Detto, fatto. È dai piedi del danese che, al 61', nasce l'episodio dell'1-0 nerazzurro: l'ex Tottenham trova in verticale Lautaro, che vince un rimpallo grazie a Lukaku e viene steso nettamente da Izzo in area di rigore. Big Rom abbassa la testa dagli undici metri e centra l'angolino basso alla sua destra: Sirigu va dall'altra parte. Nemmeno cinque minuti più tardi il portiere granata si riscatta sulla conclusione ravvicinata di Hakimi, opponendosi col piedone e negando l'immediato raddoppio agli avversari. L'entusiasmo dell'Inter scema improvvisamente al 71': azione concitata sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Handanovic respinge il tiro di Zaza ma non può nulla sulla ribattuta di Sanabria. I calciatori dell'Inter protestano per un presunto fallo ai danni di Barella, ma è il compagno de Vrij a travolgere il centrocampista italiano. Nessun problema. All'Inter non manca la pazienza per riportarsi in vantaggio: pennellata del neo entrato Sanchez per la testa di Lautaro Martinez, che infila Sirigu sul palo lontano e legittima il successo della capolista.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.