Vaticano: "Non è lecito benedire le unioni gay"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(AP Photo/Gregorio Borgia, file)
(AP Photo/Gregorio Borgia, file)

La Chiesa non ha il potere di impartire la benedizione a unioni di persone omosessuali. Lo afferma la Congregazione per la Dottrina della Fede, rispondendo ad un quesito sul tema. "Non è lecito impartire una benedizione a relazioni, o a partenariati anche stabili, che implicano una prassi sessuale fuori dal matrimonio (vale a dire, fuori dell'unione indissolubile di un uomo e una donna aperta di per sé alla trasmissione della vita), come è il caso delle unioni fra persone dello stesso sesso".

Il Papa è stato informato e "ha dato il suo assenso" alla pubblicazione della risposta. ll documento ribadisce che le unioni gay non sono equiparabili a quelle matrimoniali, ma la Congregazione per la dottrina della fede “non esclude che vengano impartite benedizioni a singole persone con inclinazione omosessuale, che manifestino la volontà di vivere in fedeltà ai disegni rivelati di Dio".