Il Venezia torna in Serie A dopo 19 anni, rimonta fallita per il Cittadella: finisce 1-1

·1 minuto per la lettura

Mancava un solo posto nella Serie A 2021/22, in seguito alle due promozioni dirette di Empoli e Salernitana, e dopo i playoff è dunque nota la terza squadra promossa dalla B: si tratta del Venezia, forte dell'1-0 dell'andata e dell'1-1 del ritorno in finale contro il Cittadella.

Zanetti, tecnico della promozione | Getty Images/Getty Images
Zanetti, tecnico della promozione | Getty Images/Getty Images

Un Cittadella che ha anche creduto nelle possibilità di rimonta, nel corso della sfida di ritorno: il gol di Proia a metà primo tempo ha dato la spinta agli uomini di Venturato e, in aggiunta, il Venezia si è ritrovato in inferiorità numerica per un'ingenua doppia ammonizione di Mazzocchi nell'arco di pochi minuti.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La ripresa ha visto il Cittadella affannarsi alla ricerca del secondo gol, necessario per ribaltare la situazione: i tre cambi effettuati in contemporanea da Venturato non hanno però sortito gli effetti sperati in una sfida tesa e piena di interruzioni, accompagnate dalle proteste per alcune decisioni arbitrali contestate dal Venezia (espulso anche Aramu dalla panchina).

Mazzocchi | Getty Images/Getty Images
Mazzocchi | Getty Images/Getty Images

Nel finale il Venezia di Zanetti è riuscito a limitare il forcing del Cittadella e, nel recupero, ha trovato anche il gol con Bocalon, un gol che di fatto ha dato la spinta finale per sancire il ritorno in massima serie dopo ben 19 anni di assenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli