IMSA ed IndyCar perdono ufficialmente Long Beach per il 2020

Francesco Corghi
motorsport.com

Alla fine la tappa di IMSA ed IndyCar di Long Beach non si disputerà nel 2020, con la manifestazione del 17-19 aprile che è stata ufficialmente cancellata a causa dei problemi legati alla pandemia di Coronavirus.

Gli organizzatori dell'evento, capitanati dal Presidente Jim Michaelian, avevano assieme all'IMSA cercato in tutti i modi una soluzione che ne prevedesse solamente uno slittamento in calendario.

Mercoledì è invece arrivato ufficialmente il comunicato che quest'anno l'Acura Grand Prix of Long Beach non si disputerà, ma si lavorerà direttamente sull'edizione del 2021.

"International Motor Sports Association (IMSA) ha ricevuto la comunicazione dagli organizzatori dell'Acura Grand Prix of Long Beach che la gara del 17-19 aprile 2020 è stata cancellata. Assieme al promoter si è cercata ogni opzione possibile pur di avere questa gara, ma per tante ragioni non sarà possibile riprogrammarla in calendario nella seconda parte dell'anno. Siamo tutti impazienti di tornare a correre su questo fantastico circuito cittadino nell'aprile del 2021. IMSA continuerà intanto a lavorare coi suoi partner perchè si possano affrontare tutti gli impegni del calendario 2020 dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship, cercando alternative in sostituzione di quelli che non potranno svolgersi".

“Negli ultimi giorni abbiamo cercato il modo di far disputare l'Acura Grand Prix più avanti parlando con il comune di Long Beach, Convention Center, NTT IndyCar Series, IMSA WeatherTech SportsCar Championship e tutte le altre autorità coinvolte - aggiunge Michaelian - Siamo molto dispiaciuti che non si sia potuto fare nulla per i nostri grandi fan e clienti, ma purtroppo nel 2020 non era proprio possibile trovare uno spazio per Long Beach. A questo punto la 46a edizione dell'Acura Grand Prix of Long Beach avrà luogo il 16-18 aprile 2021”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...