Incontro Gravina-Vezzali, ecco le richieste del calcio al Governo: stadi, sgravi fiscali e sponsor di scommesse

·1 minuto per la lettura

Calcio chiama, Governo risponde? Ieri mattina il presidente della Figc, Gabriele Gravina ha visto il Sottosegretario Valentina Vezzali, appena rientrata da Tokyo: un incontro informale, organizzato in fretta. Il numero uno della Federcalcio ha cercato di far presente l'assoluta necessità di un intervento per non aggravare la situazione economica del calcio italiano e della Serie A, che ha perso 1,2 miliardi di euro per la pandemia.

Il primo nodo da sciogliere è legato alla capienza degli stadi: il 50% concesso dall'ultimo decreto per gli impianti all'aperto in zona bianca rischia di trasformarsi in un 25-30% con il metro di distanziamento. La Vezzali, che ha sempre spinto per un'apertura larga degli stadi (aveva chiesto il 75%), ha espresso la volontà di trovare la soluzione migliore per tutti e già la prossima settimana incontrerà presidenti federali e leghe degli sport che hanno campionati vicinissimi alla partenza come il calcio.

Gravina e presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino hanno avuto un confronto in videocall con Palazzo Chigi e oggi i colloqui potrebbero continuare. Questa mattina verrà inviato al Governo uno studio sviluppato da PricewaterhouseCoopers con Federcalcio e Lega, in cui si evidenziano tutti i numeri della crisi. Sempre secondo la Gazzetta dello Sport, Dal Pino lo illustrerà ai club stamattina durante il Consiglio di Lega.

Nello studio ci sono diverse richieste al Governo, che non si limitano al discorso stadi (la proposta è riaprire gli impianti al 100% con il vincolo del green pass). Infatti sono presenti anche una serie di misure per alleggerire i conti dei club soprattutto a livello fiscale (tramite credito d'imposta e dilazionamento dei pagamenti Irpef) e l'idea del ripristino delle sponsorizzazioni legate alle scommesse.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli