Infermeria affollata per il Milan: da Calabria a Mandzukic, il punto sui rientri

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Infermeria piena in casa Milan. Ieri contro il Manchester, Pioli aveva a disposizione solo 6 titolari, più Ibra e Bennacer in panchina. Il tecnico rossonero però dovrà continuare a rinunciare a diversi titolari e uomini per le prossime settimane.

Lesione del menisco mediale del ginocchio destro per il terzino Davide Calabria, quello messo peggio tra i rossoneri. Oggi previsto un intervento chirurgico in artroscopia per lui. I suoi tempi di recupero sono stimati in circa un mese.

Alessio Romagnoli | Alessandro Sabattini/Getty Images
Alessio Romagnoli | Alessandro Sabattini/Getty Images

Dopo la sfida con la Fiorentina arriva la sosta che forse consentirà a Pioli di recuperare alcuni dei suoi uomini. Alessio Romagnoli, il capitano, fermato da una lesione di primo grado al muscolo mediale del polpaccio sinistro rimediata in allenamento, i suoi tempi di recupero non saranno brevissimi vista la delicatezza del punto interessato. Leao dovrà stare fermo 2-3 settimane per una lesione di primo grado del muscolo bicipite femorale della coscia sinistra. C'è da considerare anche come si sia riacutizzata l'infiammazione del muscolo otturatore esterno dell'anca destra per Ante Rebić, comunque fermo per squalifica. A questi bisogna aggiungere Mario Mandzukic che, spiega La Gazzetta dello Sport, potrebbe rientrare dopo la sosta con la Samp.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.