Infortunio per l'arbitro in Virtus Verona-Gubbio: gara sospesa in Serie C

La partita con la Virtus Verona è stata sospesa al 79' a causa dell'infortunio dell'arbitro, il Gubbio si lamenta: "È un danno per la società".
La partita con la Virtus Verona è stata sospesa al 79' a causa dell'infortunio dell'arbitro, il Gubbio si lamenta: "È un danno per la società".

La sfida fra  Virtus Verona  Gubbio  è stata sospesa al minuto 79, la causa però non è da imputare nè al maltempo nè a qualche fatto increscioso accaduto sulle tribune: fatale per il match è stato l'infortunio dell'arbitro.

In Serie C non è presente il quarto uomo che, invece, in caso di infortunio del direttore di gioco è il sostituto designato: la sostituzione dell'arbitro in questo modo diventa impossibile e l'unica soluzione adottabile è la sospensione della partita. Il direttore sportivo del Gubbio, però, ha espresso tutta la propria preoccupazione per le conseguenze che questa sospensione ha per la squadra umbra.

“È un danno per squadra e società. Dovremo fare altri due giorni di lunga trasferta per giocare 12 minuti. Un tempo in situazioni simili si faceva arbitrare il guardialinee, con l’assistenza di un delegato della società. È chiaro che il regolamento va modificato”. 

Il Gubbio stava vincendo la partita con il punteggio di 0-1, grazie al goal del  Juanito Gomez, quando l'arbitro si è accasciato a terra a seguito di un dolore alla caviglia. L'intervento tempestivo dei medici è stato vano, il direttore di gioco Catanoso non riusciva neanche a reggersi in piedi.

Ora il Gubbio dovrà fare una trasferta di oltre 800km per giocare solamente 12 minuti di partita. La trasferta a cui sarà costretta la squadra umbra, oltre che a livello tempistico, comporterà un danno anche a livello economico.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...