Inghilterra, ennesimo flop in Champions: cinque anni senza finale

E' il campionato più seguito al mondo, quello con più squadre capaci di lottare per il titolo. Eppure fuori dai confini inglesi, le squadre della Premier League non riescno più a fare la voce grossa. Per l'ennesimo anno, infatti, le compagini d' Inghilterra non giocheranno una finale di Champions League .

Attualmente non esiste una vera super potenza capace di ammazzare il campionato come accade in Italia con la Juventus o in Germania con il Bayern Monaco. L'eccessivo equilibrio inglese porta mediocrità in Champions League e zero reali contendenti al trono d'Europa oramai dal 2012, anno dell'ultima inglese finalista.

Già, nell'ultimo quinquennio l'Inghilterra non è riuscita a raggiungere la finale: in attesa delle due contendenti del 2017, le squadre arrivate fin qui all'ultimo atto ci sono state cinque spagnole (due volte Atletico e Real, una volta il Barcellona), due tedesche (Bayern e Borussia) e una italiana (la Juventus).

Osannate dai propri tifosi, ricchissime e capaci di ogni acquisto possibile e immaginabile, nel concreto le compagini inglesi stanno fallendo miseramente sul calciomercato e sulla gestione dei giocatori in rosa: nel 2016/2017 il Leicester sorpresa è stata l'ultima a cadere, decisamente non una squadra capace di reggere all'urto delle big dei quarti.

Atletico Madrid vs Leicester City

E dire che nella fase a gironi l'Inghilterra era riuscita a far qualificare tre delle quattro squadre presenti, con il Totteham di Pochettino, massima sfidante alla capolista di Premier, ovvero il Chelsea di Conte, unica eliminata prima degli scontri ad eliminazione diretta.

Dagli ottavi in poi i club inglesi hanno mostrato tutta l'inadeguatezza di questi anni , Arsenal e Manchester City sono cadute immediatamente. Lo ha fatto in maniera rumorosa la squadra di Wenger, subendo dieci goal dal Bayern Monaco tra andata e ritorno, mentre i Citizens hanno lottato, subendo però troppi goal dal Monaco rispetto a quelli fatti. E in Champions, si sa, vince la difesa.

A Leicester si è spenta la speranza dei vertici inglesi di vedere una squadra in semifinale e magari in finale: Vardy non è bastato, l'Atletico Madrid e la Spagna hanno raggiunto l'ennesimo traguardo di questi ultimi anni. L'opposto rispetto ad un'Inghilterra sempre più deludente, ma abituata a questi cicli negativi.

Anche dal 2000 al 2004 le squadre inglesi non erano riuscite a raggiungere la finale, prima della scorpacciata firmata Liverpool, Chelsea e Manchester United. Tra squadre sorpresa e squalifica post Heysel, la Premier non ha avuto squadre all'ultimo atto europeo anche dall'86 al '99. Insomma, Il 2017 non porta ad una vera ad una clamorosa novità per le compagini britanniche, continuamente rinchiuse in cicli negativi di diversi anni.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità