Insulti nello spogliatoio e confronto Pirlo-Agnelli: la Juventus smentisce

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

Tensione nello spogliatoio della Juventus al termine del match perso contro il Benevento, che sancisce virtualmente la resa dei bianconeri nella corsa allo Scudetto. Secondo quanto rivelato dall'edizione odierna de La Stampa, sarebbero volate urla e insulti tra i calciatori, mentre il presidente Andrea Agnelli avrebbe incontrato il tecnico Andrea Pirlo per esprimere tutto il proprio disappunto a seguito dei deludenti risultati ottenuti sul campo.

Cristiano Ronaldo, Alvaro Morata | Soccrates Images/Getty Images
Cristiano Ronaldo, Alvaro Morata | Soccrates Images/Getty Images

A calmare le acque è stato il direttore sportivo Fabio Paratici, che in un'intervista ai microfoni di Sky Sport ha promosso la continuità del progetto e confermato in blocco ogni persona che ne fa parte: "Sono qui per sottolineare che in questi anni abbiamo dato tante gioie ai tifosi, purtroppo oggi diamo amarezza. Abbiamo una programmazione, non è una partita che sposta le nostre idee. Abbiamo una linea intrapresa per quanto riguarda la rosa e andiamo avanti per la nostra strada".

Dichiarazioni confermate dalla stessa Juve, che smentito categoricamente l'incontro Agnelli-Pirlo e presunti eccessi che sarebbero avvenuti negli istanti successivi al ko dell'Allianz Stadium. Una domanda resta ancora senza risposta: ci sarà una rivoluzione in estate?

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.