Inter, è Lautaro la vera plusvalenza. Simeone rinnova e lo chiama all'Atletico

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

In Spagna sono sicuri. Il cholo Diego Pablo Simeone ha rinnovato con l’Atletico Madrid fino al 2024. Il matrimonio fra i colchoneros e il loro condottiero, il cui contratto sarebbe scaduto nel 2022, continua, ma a una condizione. Secondo AS, quotidiano madrileno molto vicino alle vicende del Wanda Metropolitano, Simeone, per acettare l'offerta del rinnovo, ha presentato una particolare richiesta al presidente Miguel Angel Gil: l'acquisto di Lautaro Martinez. L’attaccante dell’Inter, autore di 17 gol e 10 assist nella Serie A che si è da poco conclusa con lo scudetto nerazzurro, è un vecchio pallino del cholo, che ne apprezza, oltre alle doti tecniche, la grinta e lo spirito di sacrificio dimostrati durante i due anni trascorsi con Conte e lo vede, a lungo termine, come l’erede del pistolero Luis Suarez.

UNA PLUSVALENZA IRRINUNCIABILE - “Gli obiettivi economici li abbiamo già dichiarati. C’è bisogno di un’ampia plusvalenza alla fine di questo calciomercato”. Le parole di Zhang, pubblicate questa mattina dalla Gazzetta dello Sport, lasciano spazio a pochi dubbi. L’Inter deve cercare di vendere in questo mercato, e di vendere bene, per fare plusvalenze importanti che diano respiro al bilancio anche per i prossimi anni. Per questo, Lautaro Martinez rappresenterebbe il sacrificio ideale, ancor più di Hakimi e Bastoni, sui quali influisce l’importante somma investita per portarli in nerazzurro. L’attaccante argentino era stato pagato 25 milioni dal Racing di Avellaneda nel 2018 e ne pesa solo 10 sul bilancio di quest’anno. Considerando le cifre a cui potrebbe essere ceduto - in Spagna parlano di 70 milioni - il toro è l’unico giocatore della rosa a poter consentire una plusvalenza così importante.

NESSUNO È INCEDIBILE - “Se il club è in difficoltà, vedremo cosa fare” - aveva dichiarato, solo una settimana fa, ai microfoni di Telelombardia l’agente di Hakimi, Alejandro Camano, a proposito delle voci di mercato che coinvolgono da giorni l’esterno marocchino. “Cosa accadrà in futuro non lo so. Tutti i giocatori hanno un prezzo. Se l’Europa ha visto il calcio dell’Inter, credo che tutti i giocatori saranno presi in considerazione” concludeva Camano, che, tra l’altro, da aprile cura anche gli interessi di Lautaro. Quest’ultimo, poi, ha ancora solo due anni di contratto con l’Inter. Insomma, ammesso che ci sia un momento più adatto di un altro per rinunciare ai gol e alle sportellate di Lautaro Martinez, quel momento potrebbe arrivare proprio quest’estate. A Madrid, il toro troverebbe una società ambiziosa, fresca di scudetto vinto all’ultima giornata, ed un allenatore pronto a valorizzare le sue enormi qualità. Se c’è una squadra dove Lautaro Martinez può trovare la sua definitiva consacrazione, quella è l’Atletico Madrid del cholo Diego Pablo Simeone. I due hanno già giocato in due squadre in comune, il Racing e l’Inter. Chissà che l’Atleti non diventi la terza.