Inter, è Tuchel l'alleato in più per Lukaku. Ma il Chelsea insiste per le contropartite

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Una partita apertissima, che l’Inter confida di chiudere in tempi rapidi - entro il prossimo 30 giugno - affinché un’operazione tecnicamente di grande profilo come il Lukaku-bis lo sia altrettanto dal punto di vista della sostenibilità economica. Poter sfruttare nuovamente i benefici del Decreto Crescita per il pagamento dell’ingaggio dell’attaccante belga è una condizione ineludibile per la definizione della trattativa col Chelsea, che proseguirà nei prossimi giorni con l’obiettivo di allargare il solco creato dall’inaspettata apertura mostrata dal club londinese.

L'ASSIST DI TUCHEL - La prima proposta dell’Inter basata su un prestito oneroso di circa 5 milioni di euro è stata rispedita al mittente, ma la registrata volontà di tutte le parti in causa di raggiungere un’intesa rappresenta un punto a favore di Marotta e Ausilio molto importante. Il lavoro diplomatico di Lukaku e del suo legale, l’avvocato Ledure, ha fatto breccia ma a giocare un ruolo altrettanto significativo è stato Thomas Tuchel, il vero antagonista del centravanti classe ‘93 in questa storia. Il rapporto tra i due non è mai decollato nel corso della passata stagione, anzi è andato sgretolandosi settimana dopo settimana (a maggior ragione dopo le uscite pubbliche del giocatore) e l’allenatore tedesco è fermamente convinto che nel suo Chelsea non ci sia più spazio per Big Rom. Lo ha anche comunicato anche alla nuova proprietà statunitense, capeggiata da Todd Boehly, definito restio a lasciar partire a certe condizioni un calciatore acquistato dal predecessore Abramovich per 115 milioni di euro solo un anno fa. Ma qualcosa nelle ultime ore è cambiato.

NUOVI CONTATTI - Nei prossimi giorni sono previsti infatti ulteriori discussioni tra Inter e Chelsea ed i Blues si attendono una nuova proposta al rialzo, più vicina all’obiettivo di partenza di incassare circa 15 milioni per la cessione in prestito oneroso per la prossima stagione. Col possibile coinvolgimento di altri calciatori nell’operazione, considerando anche la necessità del club nerazzurro di fare cassa per chiudere questa finestra di mercato con un attivo importante. La partita rimane apertissima e l’assist inaspettato per mandare in porta Lukaku arriva proprio da Tuchel.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli