Inter, addio a Pirelli: si tratta per un nuovo sponsor da 25-30 milioni

·1 minuto per la lettura

Cambio di logo, domani, cambio di sponsor, a fine stagione. Il re-branding dell'Inter viaggia spedito su un binario parallelo a quello delle questioni societarie perché in ogni caso una soluzione per il futuro del club verrà trovata e chiunque ne sarà proprietario a fine anno si troverà una campagna di immagine già ben avviata e che vuole proiettare l'Inter di Milano sempre più in alto nel mondo. C'è però un sottile intreccio che presto i dirigenti italiani si troveranno a sbrogliare e che inciderà inevitabilmente anche sui conti del club: il nuovo title sponsor.

ADDIO A PIRELLI - A fine anno, infatti, l'Inter dirà addio a Pirelli come sponsor di maglia e storico partner commerciale. Il modo di restare uniti e trovare nuove forme di collaborazione verrà trovato, ma non alle cifre che oggi il colosso di Tronchetti Provera sta garantendo ai nerazzurri. Da Pirelli, infatti, in viale della Liberazione sono arrivati assegni e bonifici per complessivi 19,1 milioni nel 2018-19 (compresi i bonus) e 11,5 nel 2019-20 (stagione troncata dal covid).

NUOVO SPONSOR, LE CIFRE - Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport pre-pandemia l'Inter stava chiedendo agli operatori interessati accordi pluriennali per cifre molto alte, ma ora, con l'impatto covid che sta provando tutte le aziende in giro per il mondo, l'obiettivo è puntare ad ottenere un accordo più breve, ma con cifre garantite tra i 25 e i 30 milioni. Evergrande o uno dei marchi della sua galassia erano in pole pre-pandemia, ma i diktat del governo cinese sul contenimento delle spese nel mondo del calcio sta lentamente facendo sfumare questa opportunità.