Inter approva bilancio, perdita di 102,4 milioni

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

L'Inter approva il bilancio che si chiude con una perdita di esercizio di 102,4 milioni di euro. Una cifra, spiega il club, condizionata inevitabilmente dalla pandemia che da marzo ha sconvolto gli equilibri del calcio. "L’Assemblea degli azionisti di F.C. Internazionale Milano spa, in videoconferenza , ha approvato il bilancio dell’esercizio finanziario 2019/2020, significativamente influenzato dagli effetti della pandemia da Covid-19. L’esercizio ha registrato una diminuzione dei ricavi di circa 45 milioni di euro, con il dato consolidato che si attesta a quota 372,4 milioni di euro, con un Ebitda pari a 14,5 milioni di euro e una perdita di esercizio a quota -102,4 milioni di euro", rende noto il club.

"L’esercizio è stato caratterizzato dall’efficientamento economico-finanziario, con un focus particolare sul monitoraggio dei costi, della gestione del capitale circolante, degli investimenti e della liquidità, già potenziata dalla operazione di finanziamento perfezionata a fine dicembre 2017".

"Nel primo semestre, si sono registrati nuovi ricavi e redditività, in linea con il piano industriale e di sviluppo del club. A partire da marzo 2020 l’andamento è invece stato contrassegnato dalla diffusione a livello mondiale della pandemia da Covid-19 e dalle conseguenti misure adottate da Lega Serie A e dall’UEFA per garantire la ripresa e il completamento delle competizioni, con l’obiettivo di assegnare i relativi titoli sportivi entro il 31 agosto 2020".

"Tali misure hanno imposto di disputare le partite a porte chiuse, determinando l’azzeramento degli introiti da gara e il rimborso pro-quota degli abbonamenti e dei biglietti già venduti, solo in parte mitigato dall’attivazione delle coperture assicurative".