Inter, arriva Zhang: l'agenda del presidente tra rinnovi e mercato

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Steven Zhang è in arrivo a Milano. Lo sbarco dagli Stati Uniti del presidente cinese dell'Inter è atteso tra oggi e domani. Sarà in tribuna a San Siro, dove manca dalla festa scudetto del 23 maggio, domenica sera in campionato con la Lazio e mercoledì per la Supercoppa italiana contro la Juve. In una di queste due occasioni potrà esserci anche il saluto a Eriksen.

LA SQUADRA - In agenda c'è il primo incontro di persona con Simone Inzaghi, ad Appiano Gentile il presidente saluterà pure i calciatori dopo il tentativo andato a vuoto di chiedere un taglio agli stipendi (spalmandoli nel tempo) al termine della scorsa stagione chiusa con la conquista dello scudetto.

IL MERCATO - L'allenatore e i dirigenti nerazzurri parleranno anche delle strategie per rinforzare ulteriormente la squadra. Il primo colpo in vista della prossima stagione è il portiere camerunese Onana, che ha già superato le visite mediche di rito e arriverà a parametro zero dall'Ajax. Nella stessa situazione contrattuale c'è un altro obiettivo come il difensore tedesco Ginter, che si svincolerà dal Borussia Monchengladbach. Sempre in difesa per il dopo de Vrij è nel mirino il brasiliano Bremer del Torino. A centrocampo piace Frattesi del Sassuolo, dove gioca anche il centravanti considerato l'ideale vice/erede di Dzeko: Scamacca. L'alternativa all'estero è rappresentata dall'argentino Julian Alvarez del River Plate: il suo agente Hidalgo è atteso a Milano in questi giorni. Per questo mercato di gennaio si studia la possibilità di ingaggiare un esterno sinistro: il primo nome sulla lista è quello di Kostic dell'Eintracht Francoforte, le piste alternative portano a Digne (Everton) o a Bensebaini (Borussia Monchenglabdach).

I RINNOVI - Perisic è in scadenza di contratto, così come capitan Handanovic e Brozovic. Quest'ultimo rappresenta la priorità per la dirigenza, che a sua volta aspetta la firma dei rinnovi per altri due anni dei vari Marotta, Ausilio, Baccin e Samaden.

LE BANCHE - Infine sullo sfondo c'è la questione legata al rifinanziamento dei due bond da 375 milioni di euro complessivi, passando da Goldman Sachs a Rothschild con un unico nuovo bond da circa 410 milioni di euro con scadenza quinquennale nel 2027.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli