Inter: bond da 400 milioni con Rothschild, Dma chiede la bancarotta per Evergrande

·1 minuto per la lettura

In casa Inter tengono sempre banco le vicende societarie. Il club nerazzurro sta definendo il rifinanziamento dei due bond da 375 milioni di euro complessivi, in scadenza a dicembre 2022 con Goldman Sachs. Secondo la Gazzetta dello Sport, entro la fine di quest'anno solare la società del presidente Steven Zhang sistemerà gli ultimi dettagli tecnici per definire l'operazione avviata da tempo con un altro istituto bancario (Rothschild) passando a un unico bond da 400 milioni di euro con scadenza più lunga, probabilmente quinquennale.

Intanto gruppo di consulenza tedesco DMA (Deutsche Marktscreening Agentur) ha chiesto ufficialmente la procedura di bancarotta per Evergrande, il colosso cinese del settore immobiliare oberato da debiti per 260 miliardi di euro. Secondo l'agenzia Bloomberg, avrebbe pagato in ritardo gli interessi su almeno due bond su tre. Nel 2017 Zhang Jindong, attraverso una controllata di Suning Appliance, aveva anticipato ad Evergrande capitali per 20 miliardi di yuan, circa 2,6 miliardi di euro.

Guarda la Serie A TIM su DAZN. Attiva ora

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli