Inter, chiesti chiarimenti sulla salute del club: la risposta di Suning

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

Emergono nuovi dettagli sulla possibile cessione dell'Inter da parte del gruppo Suning, che nei giorni scorsi ha ricevuto una nuova offerta da parte del fondo di private equity Bc Partners. Nel frattempo, come riportato dall'edizione odierna di Repubblica, il club nerazzurro è finito nel mirino della Covisoc, ossia la commissione di vigilanza che ha la funzione di controllare la solidità finanziaria dei club.

Inter | David Ramos/Getty Images
Inter | David Ramos/Getty Images

La Covisoc ha chiesto chiarimenti al presidente Steven Zhang in merito allo slittamento dei pagamenti di alcune mensilità e allo stato economico attuale della società dopo le misure restrittive imposte dal governo di Pechino. La risposta non si è fatta attendere: nel documento redatto in lingua cinese e tradotto in inglese, viene sottolineata la possibilità di coprire finanziariamente ogni spesa fino al termine della stagione calcistica.

GUARDA ANCHE: Conte alla guida della golf car

L'arco di tempo, però, è ridotto e i proprietari dell'Inter dovranno trovare al più presto un acquirente. Tra stipendi e rate dovute a operazioni compiute durante il calciomercato, il club milanese deve sborsare 195 milioni di euro, a cui si aggiungono i due bond da 375 milioni di euro che scadono nel 2022. Ecco perché l'attenzione della Covisoc mette fretta al club.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.