Inter: Conte si scopre e parla di Scudetto

Sportal.it

Nelle dichiarazioni di Antonio Conte alla vigilia della sfida contro l'Udinese c'è anche il capitolo Scudetto: "Se la rosa può vincere il campionato? Solo il tempo lo dimostrerà. Dobbiamo parlare di chi c'è. Sono contento di allenare questo gruppo. Mi è dispiaciuto per chi è andato via, perché hanno dimostrato grande attaccamento e senso di appartenenza. Sono arrivati tre nuovi giocatori che si stanno integrando bene. Arrivano da un campionato diverso e devono conoscere anche un po' la lingua. Dobbiamo essere bravi a integrarli per farli sentire a loro agio. Quando si crea un gruppo, si superano tutte le difficoltà".

"Non mi interessa parlare delle altre squadre. Zero assoluto. Dobbiamo guardare solamente a noi stessi. E fare una corsa su noi stessi per progredire giorno per giorno. Io sono contento di lavorare all'Inter e di quello che stiamo facendo e stiamo costruendo. Sono contento che la genti apprezzi il lavoro e il sacrificio che stiamo facendo. Stiamo lasciando una traccia. Ci mettiamo lavoro, dedizione e passione per riportare l'Inter dove merita. Guardiamo al nostro percorso di crescita senza invidia e fare paragoni". 

"Eriksen stava giocando poco col Tottenham. Faceva solo degli spezzoni di gara, ma dal punto di vista fisico l'ho trovato in discrete condizioni. Ha fatto qualche allenamento con noi e sta entrando nella nostra idea di calcio. Abbiamo parlato tanto con lui per fargli capire cosa deve fare con la palla e senza palla e che situazioni deve sfruttare. E' un calciatore che recepisce subito e siamo contenti di averlo con noi. Si aggiunge a centrocampo con buone caratteristiche. Simile a Zidane? No, ha caratteristiche completamente diverse. Ha visione di gioco e può essere un rifinitore" ha concluso Conte.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...