Inter, contro il Genoa largo ai giovani: due 2002 per riprendere la Juve

Contro il Genoa, Sebastiano Esposito è diventato il secondo più giovane marcatore della storia dell’Inter ed il più giovane titolare del 21° secolo.
Contro il Genoa, Sebastiano Esposito è diventato il secondo più giovane marcatore della storia dell’Inter ed il più giovane titolare del 21° secolo.

Una settiimana fa l'aggancio, poi mercoledì il momentaneo sorpasso. Ora nel duello a distanza tra Juventus e Inter la palla è passata ai nerazzurri, a -3 dopo la vittoria dei bianconeri mercoledì al Ferraris contro la Sampdoria. Vincere per chiudere il 2019 in vetta e stabilire un altro primato: solo altre due volte nella storia l'Inter ha chiuso con almeno 42 punti le prime 17 partite.


Tra Conte e l'obiettivo scudetto oggi c'è il Genoa, che arriva a San Siro in condizioni quasi disperate dopo aver perso anche il derby sabato scorso. il 'Grifone' ha ottenuto 11 punti in 16 partite e occupa un penultimo posto che inizia seriamente a preoccupare. Tanto che forse nemmeno Thiago Motta si sente sicuro al 100% sulla sua panchina.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Contro i rossoblù Conte affronta forse il momento di massima emergenza, tra infortuni e squalifiche. Mancheranno Brozovic e Lautaro per squalifica, più Asamoah, Sensi, Gagliardini, Barella e Sanchez per infortunio. Inoltre Candreva non è al meglio per i problemi alla schiena che lo tormentano da diverso tempo.

Le scelte sono di fatto quasi obbligate per l'Inter, che si schiererà in campo con due 2002 probabilmente titolari. Sebastiano Esposito è infatti in vantaggio su Politano per fare da spalla a Lukaku in attacco, mentre Lucien Agoumé è favorito per completare il trio di centrocampo insieme a Vecino e a Borja Valero.

Sugli esterni si candidano per una maglia D'Ambrosio e Biraghi, con la concorrenza di Lazaro, mentre in difesa, davanti ad Handanovic, Conte dovrebbe affidarsi ancora al trio titolare formato da Skriniar, De Vrij e Godin.

Il Genoa del grande ex Thiago Motta dovrebbe mettersi a specchio rispetto ai nerazzurri. Rientra dal 1' Agudelo dopo la squalifica, oltre agli infortunati Favilli e Sturaro: si giocano una maglia rispettivamente con Agudelo e Cassata. Intoccabili Pinamonti, Radovanovic e Schøne, al pari di Ghiglione. A sinistra Ankersen è in vantaggio su Pajac. Difesa con Biraghi, Romero e Criscito davanti all'altro ex Radu.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; D'Ambrosio, Agoumé, Borja Valero, Vecino, Biraghi; Lukaku, Esposito

GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Schøne, Radovanovic, Cassata, Ankersen; Agudelo, Pinamonti

Potrebbe interessarti anche...