Inter, dai bilanci in Lussemburgo il valore delle quote di Zhang: ecco perché chiede 1 miliardo per vendere

·1 minuto per la lettura

Quanto vale l'Inter o meglio, quanto vale per Suning e per la famiglia Zhang? La risposta più semplice da dare a questa domanda è più dei 750 milioni di euro proposti qualche mese fa ormai da Bc Partners e rifiutati dalla proprietà cinese, che non molla la presa e continua a valutare il proprio asset non meno di 1 miliardo di euro. Una valutazione che non è aleatoria, ma scritta nero su bianco nei bilanci della società lussemburghese attraverso cui Suning detiene le quote azionarie del club nerazzurro.

400 MILIONI - Milano Finanza ha analizzato i bilanci pubblicati dalla Holding con sede in Lussemburgo Great Horizon e fondata dalla famiglia Zhang proprio per l'acquisto del 68,55% del pacchetto azionario del club meneghino da Erick Thohir e Massimo Moratti. Secondo il quotidiano finanziario questa quota è stata iscritta a bilancio per una cifra (rivalutata di 40 milioni) di 398,7 milioni di euro.

COME SI ARRIVA AL MILIARDO? - Come si arriva quindi al miliardo di richiesta? La risposta è semplice e comprende il 100% del pacchetto azionario unito all'attuale situazione debitoria. Se il 68,55% dell'Inter vale circa 400 milioni, per il 100% la cifra sale a 581,6 milioni. A questo vanno aggiunti i debiti accumulati finora e, eventualmente, anche il prestito ponte che Zhang sta cercando in questi giorni per arrivare al termine della stagione senza problemi. La cifra finale arriverebbe ad essere compresa fra 1 e 1,1 miliardi di euro, proprio quanto chiesto da Suning in sede di trattativa con i fondi d'investimento per dire addio a Milano e ai colori nerazzurri .