Inter, Dumfries può partire: Singo o Lazzari per sostituirlo

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Tra l’Inter ed Enzo Raiola i contatti sono frequenti, non solo l’affare Mkhitaryan, ma anche la questione de Vrij e, soprattutto, i continui aggiornamenti circa Denzel Dumfries. Perché nel corso degli ultimi incontri le parti hanno parlato molto dell’olandese e la dirigenza nerazzurra ha lasciato intendere al suo entourage che di fronte ad una grande offerta valuterebbero seriamente la possibilità di cederlo. Insomma, se ne può parlare dai 40 milioni in su e Raiola non ha sicuramente chiuso le porte. Su Denzel Dumfries c’è l’interesse da parte di due club: Bayern e Manchester United, ma qualora questo interesse dovesse trasformarsi in qualcosa di più concreto, l’Inter dovrebbe farsi trovare subito pronta per un sostituto all’altezza. Al di là di Bellanova, per cui l’Inter ha quasi concluso l’affare con Cagliari.

LE IDEE - Tanti i nomi sul tavolo, incluso quello di Cuadrado. All’Inter è stato comunicato che con la Juve le cose non sono andate per come erano apparecchiate e che tutto potrebbe accadere, ma i nerazzurri al momento non sembrano troppo caldi sul colombiano. Attenzione invece ad altri due profili: uno è Manuel Lazzari, calciatore che Inzaghi conosce molto bene e che è in uscita dalla Lazio. Una decina di milioni potrebbero essere sufficienti a soddisfare le richieste di Lotito. L’altro, quello che in casa Inter piace più di tutti, è quello di Wilfried Singo, esterno classe 2000 di proprietà del Torino. Ausilio segue da diversi mesi i progressi del calciatore ivoriano ma per Cairo non ci siede a parlare per meno di 20 milioni. Una cifra che adesso l’Inter non ha a disposizione, ma dovesse partire Dumfries…

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli