Inter, Dzeko può partire: il retroscena con Allegri e un problema per l'addio

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'attacco dell'Inter 2022/23 rischia oggi di essere uno dei più importanti, ma anche dei più sovraffollati degli utlimi tempi. L'arrivo ormai scontato di Paulo Dybala e quello probabile di Romelu Lukaku stanno portando il club nerazzurro ad inevitabili riflessioni sugli elementi oggi presenti in rosa con la partenza già stabilita di Alexis Sanchez che però potrebbe non bastare. Chi, infatti, può permettersi di avere in rosa 5 punte del calibro di Lukaku, Dybala, Lautaro, Correa e Dzeko? Nessuno, sia per gli inevitabili costi, sia per una gestione non facile per l'allenatore. E allora? Contando sul fatto che Lautaro Martinez non vuole lasciare Milano e che per Correa scarseggiano le offerte, anche Edin Dzeko, oggi, potrebbe finire sul mercato.

RETROSCENA E RITORNO DI FIAMMA DELLA JUVE? - Fra i tanti club interessati è rispuntata la Juventus, anche perché l'agente Lucci sta trattando con i bianconeri l'acquisto di Kostic dall'Eintracht Francoforte. E sebbene nelle ultime sessioni di mercato la Vecchia Signora e la punta bosniaca siano state avvicinate più volte c'è un retroscena particolare che è legato alla passata stagione. Massimiliano Allegri, appena tornato a Torino, nel primo summit di mercato chiede esplicitamente ad Agnelli l'acquisto di Dzeko a prescindere da quello che sarebbe stato il futuro di Cristiano Ronaldo. "Prendetemelo a prescindere, una punta così manca in rosa". Il patron bianconero era convinto di poter avere la meglio su Ronaldo e non affondò il colpo lasciandolo andare all'Inter e consentendo anche ai nerazzurri di sistemare molti dei problemi del post-Lukaku.

UN DOPPIO PROBLEMA - Dzeko può quindi lasciare l'Inter un anno dopo, sì, ma a che condizioni? E qui sorge un importante doppio problema perché l'ex Roma ha firmato un contratto con i nerazzurri in scadenza 30 giugno 2023 da 5 milioni di euro netti più bonus (circa 10 lordi). Chi può essere disposto a garantire queste cifre per un attaccante che compirà il prossimo marzo 37 anni? E Dzeko lascerebbe l'Inter senza chiedere almeno un contratto biennale a solo un anno di scadenza dall'attuale intesa? Un doppio problema che solo un top team può permettersi, economicamente di risolvere. Anche Dzeko in casa Inter può partire, ma non sarà semplice incastrare tutti i pezzi del puzzle.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli