Inter: Dzeko in vendita, ma metterlo alla porta non è facile. Piace a Gattuso

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Se non escono due punte non può arrivare Dybala. Il mercato dell’Inter segue questo assioma, o almeno lo seguono Zhang e Marotta, i due più interessati a portare la “Joya” a Milano. Il discorso ricade direttamente su Edin Dzeko, visto che l’anno prossimo il bosniaco non sarebbe più un calciatore dell’Inter (in scadenza al giugno 2023) e che a quel punto il club dovrebbe investire risorse economiche per sostituirlo, mentre quest’anno il generoso mercato offre un Dybala a parametro zero.

EXIT STRATEGY - Ecco perché Beppe Marotta, dirigente abituato a guardare al futuro, vorrebbe anticipare la cessione del bosniaco. Non sarà semplice, anche perché Inzaghi in questi giorni sta confermando al centravanti la propria fiducia, ma in viale della Liberazione c’è l’obbligo di lavorare più sul che sul presente. In questo momento non ci sono offerte concrete per Edin Dzeko, qualcosa si muove dall’estero, con squadre medie da Champions. Il primo che si è avvicinato a lui è stato Gattuso, ma per adesso il Valencia è molto freddo di fronte all’elevato ingaggio del calciatore. Ad ogni modo l’Inter non ha quella fretta che aveva invece per Lukaku, anche perché mettere alla porta Dzeko non rappresenta la strategia migliore e questo l’Inter lo sa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli