Inter e Atalanta, contatti per Vilhena: due proposte e la richiesta del Krasnodar

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Un'occasione di mercato, una volontà decisa da tempo e la possibilità sempre più concreta, di un addio a cifre contenute. Tonny Vilhena è un oggetto pregiato di questa sessione estiva in cui con il Krasnodar si arriverà ad un sereno addio senza scontenti né malumori. Tanti sono i club che si stanno muovendo per lui con opportunità che si stanno aprendo anche in Serie A.

LA MOSSA DI AUSILIO E DELL'ATALANTA - Nelle ultime ore si è mosso il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, che ha seguito Vilhena ed è stato a un passo dal portarlo in nerazzurro nel 2017. Un contatto diretto con l'agente, un sondaggio, c'è stato con la prima proposta nerazzurra di un prestito con diritto di riscatto. Non solo l'Inter, perché anche l'Atalanta ha attivato i suoi uomini mercato per contattare l'entourage del giocatore. Da Bergamo c'è anche la disponibilità di investire a titolo definitivo su di lui.

CIFRE E VOLONTÀ - Le squadre italiane non sono sole, contatti e richieste sono arrivate anche dalla Liga e dalla Premier. Il Krasnodar ha dato l'ok alla possibilità di un addio, ma non vuole rimetterci o, almeno per ora, liberarlo gratis. Serviranno non meno di 10 milioni di euro con il centrocampista olandese che vorrebbe il salto in una piazza importante. Proposte, idee. Vilhena è pronto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli