Inter e Milan, il campo di San Siro è in condizioni pessime: l'ultima idea per salvare il derby

·2 minuto per la lettura

"Da un mese e mezzo noi e il Milan abbiamo questo problema: si fatica a giocare così". Anche Simone Inzaghi si è unito al grido d'allarme lanciato già da Jurgen Klopp e Stefano Pioli a dicembre in occasione di Milan-Liverpool: il campo di San Siro è in condizioni drammatiche. Fango ovunque, erba diradata. E buche, anche profonde, in diverse parti del rettangolo di gioco, che rendono non solo esteticamente brutto l'impatto visivo, ma anche pericoloso stare in campo, aumentando il rischio infortuni per i giocatori. Tutto è nato con la Nations League di ottobre, da lì in poi il terreno è andato in costante sofferenza e il tour de force a cui è stato costretto il Meazza (7 partite in 17 giorni, tra il 6 e il 23 gennaio) ha aggravato ulteriormente la situazione. "L’unica vera soluzione è il riposo - spiega a Il Corriere della Sera Giovanni Castelli, agronomo della Lega Calcio e responsabile del terreno di San Siro dal 1990 -. Si gioca troppo, il prato non riesce a recuperare nonostante la manutenzione. Capisco che i calendari siano intasati e ci sia poco spazio, ma almeno le soste vanno rispettate. Ne va del gioco e della salute".

SALVARE IL DERBY - Ora ci saranno altre due partite nel giro di poco più di 24 ore, Inter-Venezia sabato 22 gennaio alle 18 e Milan-Juventus domenica 23 gennaio alle 20.45. Poi la sosta, che potrà offrire un po' di riposo e la speranza che il fondo, dal 2012 un ibrido erba-sintetico, veda migliorare le proprie condizioni. Anche perché alla ripresa non ci sarà una partita qualunque, ma il derby, e l'obiettivo è presentare un campo all'altezza dell'appuntamento e di San Siro. Scatta il piano di recupero e tra le ipotesi al vaglio c'è anche una rizollatura completa durante la pausa, ma anche questa soluzione presenta diverse complicazioni e difficoltà: i giorni sono pochi, servirebbe una settimana per sostituire il campo e una per cucirlo, dovrebbe funzionare tutto alla perfezione e il rischio è che l'erba non attecchisca. La palla è nelle mani di M-I Stadio, società compartecipata da Milan e Inter: è corsa contro il tempo per presentare un campo accettabile per il derby.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli