Inter, Esposito commosso: "Stanotte non ho dormito"

Sebastiano Esposito può festeggiare il primo goal in Serie A: "Ripenso ai sacrifici fatti e ai panini mangiati prima degli allenamenti".
Sebastiano Esposito può festeggiare il primo goal in Serie A: "Ripenso ai sacrifici fatti e ai panini mangiati prima degli allenamenti".

Al minuto 64 di Inter-Genoa si è scritta la storia: il rigore trasformato ha permesso a Sebastiano Esposito di diventare il secondo marcatore più giovane della storia dei nerazzurri e il più giovane a San Siro, battendo il record detenuto in precedenza da Giuseppe Bergomi.

Romelu Lukaku gli ha lasciato l'incombenza del tiro dal dischetto ed Esposito non ha deluso, trovando la prima rete in Serie A proprio davanti ai genitori, presenti allo stadio per incoraggiarlo dopo aver saputo della titolarità al posto dello squalificato Lautaro Martinez.

Intervistato da 'Sky Sport', il classe 2002 di Castellammare di Stabia si è commosso e ha voluto dedicare il goal alla madre.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Ho appena visto mia madre, il goal è tutto per lei. Mi sono commosso. Ringrazio il club e la mia famiglia per la vicinanza. Non posso negare che stanotte non ho dormito, ho pensato sempre a questa sera e non potevo sognarne una migliore. Grazie al mister, spero di continuare su questa strada".

Per arrivare fino a questo punto, Esposito ha dovuto compiere dei grossi sacrifici che non ha mai dimenticato.

"I sacrifici fatti mi stanno ripagando. Ripenso ai panini che mangiavo prima degli allenamenti, finalmente sto raccogliendo i frutti del duro lavoro. Nella vita non bisogna mai mollare, c'è ancora tanto da lavorare".

Un ringraziamento anche a Lukaku, autore di un bel gesto apprezzato da tutto lo stadio.

"E' una persona fantastica e lo ringrazio per avermi lasciato battere il rigore. E' un giocatore grandissimo e la seconda rete ne è la dimostrazione. Ci siamo parlati e mi ha detto di andare convinto e di fare goal".

Potrebbe interessarti anche...