Inter, fuori Lukaku e Sanchez: è emergenza in attacco. Ecco cosa può succedere a gennaio

Pasquale Guarro
·2 minuto per la lettura

L’Inter si scopre improvvisamente “spuntata”, in piena emergenza per l’assenza di Lukaku e Sanchez. Un pilastro e un jolly, che rischiano di rimediare a Conte più di un problema in vista del doppio impegno contro Parma e Real Madrid. Serviva un altro attaccante di peso, era chiaro l’anno scorso e lo è stato quest’anno, alla chiusura del mercato, quando l’Inter si è presentata con Pinamonti al posto di Esposito. Un upgrade poco significativo per il club nerazzurro. E proprio il tecnico salentino ha dimostrato con le sue scelte di fidarsi poco dell’attaccante di Cles. Almeno finora.

CHANCE PINAMONTI - Le cose potrebbero cambiare a partire da domani, perché la coperta inizia a essere corta e Pinamonti può diventare una possibile carta da giocare. A meno che Conte non rivoluzioni un po’ il suo credo, schierando in attacco Eriksen alle spalle di Lautaro. Ma se c’è una cosa che l’ex ct della Nazionale non ha mai cambiato in questa sua esperienza nerazzurra, è l’attacco a due punte. Pinamonti avrà molto probabilmente una chance da sfruttare, ma la sensazione è che a gennaio l’Inter qualcosa sul mercato dovrà farla per sistemare il reparto offensivo.

IL NOME PER CONTE - Gervinho è più di una suggestione. È stata un’idea last minute a settembre, ma il nome dell’ivoriano può tornare nuovamente sul taccuino di Ausilio e Marotta. Conte in conferenza stampa non si è sbilanciato, come al solito il tecnico nerazzurro ha preferito non parlare di mercato, ma alla domanda sull’attaccante del Parma ha risposto con grandi elogi al calciatore. La stima di Conte verso l'ivoriano è risaputa e, se Pinamonti non dovesse trovare il giusto spazio da qui a gennaio, si potrebbe pensare a una nuova soluzione per l’attaccante classe ’99. A quel punto i dialoghi con Gervinho potrebbero realmente ripartire e chissà, magari trovare un epilogo diverso rispetto allo scorso settembre.