Inter-Genoa, le pagelle di CM: Calhanoglu incanta, che classe Dzeko! Vanheusden male, Hernani il peggiore

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·4 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

INTER

Handanovic 6: La prima parata su Sabelli al minuto 2’ del secondo tempo, ed è un intervento abbastanza goffo. Vive una serata tranquilla.

Skriniar 7,5: Brucia Rovella e Biraschi e svetta nel blu dipinto di blu per impattare col testone l’angolo di Calhanoglu e bucare Sirigu per il gol del vantaggio nerazzurro. Gioca da baluardo per l’intera gara.

de Vrij 7: Concretezza e semplicità, Kallon gli fa il solletico.

Bastoni 7: Alla Maicon si fa quasi l’intero campo palla al piede e viene anticipato solo al momento del tiro a botta sicura. Suo un recupero prodigioso su Favilli lanciato a rete.

(Dal 39’ s.t. Dumfries: s.v.)

Darmian 6,5: Giocate semplici e ritmo costante, trova anche l’assist per Dzeko, ma il bosniaco colpisce l’incrocio.

Barella 7,5: Magica intesa col suo amico Brozovic. Se fuori dal campo si urlano “dove sei?”, in campo si cercano e si trovano anche da bendati. Recupera palloni e rilancia l’azione con scaltrezza e lucidità. Suo l’assist , di tacco, per il terzo gol di Vidal.

(Dal 31’ s.t. Vecino: s.v.)

Brozovic 7: Hernani prova inizialmente a murarlo ma non lo vede mai. Il croato regola la manovra, fa assist per i compagni e nel primo tempo trova la conclusione verso la porta avversarie per ben tre volte, serve un bell’intervento di Sirigu per negargli la gioia del gol.

Calhanoglu 8,5: Assist, gol e recuperi, sembra nato per il sistema di gioco di Inzaghi e forse qualcuno sull’altra sponda del naviglio adesso inizia a rimpiangerlo. Partita mostruosa, a tutto campo, esce nel tripudio di un San Siro in festa anche per lui.

(Dal 31’ s.t. Satriano 5,5: Vidal gli offre un grande assist ma il giovane uruguaiano si emoziona sul più bello).

Perisic 7: Arriva sul fondo ogni volta che accelera. Trova anche il gol, ma l’arbitro lo annulla per un fuorigioco di centimetri. Asfalta tutti quelli che si trova di fronte.

(Dal 24’ s.t. Dimarco 6,5: Un diagonale parato da Sirigu e buoni recuperi in zona alta).

Sensi 6,5: Galleggia dietro Dzeko e si infila negli spazi giusti.

(Dal 24’ s.t. Vidal 7: In venti minuti un gol e un assist, per Dzeko. Che sia la stagione del rilancio? A Milano lo sperano tutti.

Dzeko 7,5: Dialoga con Calhanoglu quando il turco scarica in rete il gol del raddoppio. Gioca di sponda con estrema facilità e colpisce un incrocio dei pali dopo una bella girata in area. Vuole segnare a tutti i costi e a fine secondo tempo incorna il cross di Vidal per scaricare tutta la sua rabbia agonistica alle spalle di Sirigu.

Inzaghi 8: La sua Inter gioca bene e diverte, non cambia il sistema di gioco, ma si vedono trame diverse rispetto al passato.

GENOA

Sirigu 6,5: Incolpevole sui 4 gol nerazzurri, vola a sventare la conclusione insidiosa di Brozovic e compie un miracolo su Dzeko..

Vanheusden 4: Per respingerlo, a Dzeko basta lo sguardo. Sua la grave dormita proprio sul gol del bosniaco.

Biraschi 4,5: Bruciato da Skriniar in occasione del vantaggio nerazzurro, lamenta un fallo dell slovacco, che in realtà salta pulito e approfitta di una sua disattenzione.

(Dal 46’ s.t. Serpe 5: Con lui in campo la musica non cambia, l’Inter continua a sfondare quando e come vuole)

Criscito 5,5: Inizia subito con un giallo ma se a fine primo tempo il passivo non è più pesante, è anche merito di almeno un paio di sue deviazioni provvidenziali su altrettante conclusioni nerazzurre indirizzante in porta.

Sturaro 5: Impiegato sia a destra che a sinistra, soffre su entrambe le corsie.

(Dal 27’ s.t. Melegoni 5,5: Entra quando ormai i giochi sono decisi)

Rovella 5: Qualche buon intervento grintoso in mediana ma si sgonfia ben presto anche lui.

Badelj 4,5: Sovrastato in lungo e in largo.

Cambiaso 5: Darmian lo affronta spesso e lui va quasi sempre in difficoltà.

(Dal 46’ s.t. Sabelli 5: Entra e impegna Handanovic ma da posizione centrale avrebbe potuto fare molto meglio. Soffre anche lui le avanzate nerazzurre).

Hernani 4: Probabilmente il peggiore dei suoi, un fantasma.

(Dal 46’ s.t. Bianchi 6: Entra e va a comporre il tridente offensivo, è l’unico che prova qualche giocata interessante).

Pandev 5: Spento, poco ispirato.

Kallon 5: Vede pochi palloni e prova a impegnare la difesa nerazzurra con tanti scatti, ma non combina niente di concreto.

(Dal 9’ s.t. Favilli 5: A tu per tu con Handanovic si incarta e consente a Bastoni di sventare il pericolo).

Ballardini 4: L’Inter annienta il suo Genoa e lui, dalla panchina, non riesce a trovare soluzioni che riescano almeno a tamponare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli