Inter, il problema Handanovic è rimasto irrisolto

·2 minuto per la lettura

La goffa parata su Sabelli in Inter-Genoa era suonato agli occhi di tutti i tifosi dell'Inter come l'ennesimo campanello d'allarme, ma l'incredibile giocata che ha di fatto regalato il gol dell'1-0 al Verona nella serata di ieri è stata l'ennesima riprova del fatto che un problema che sta diventando sempre più grande è rimasto ancora una volta irrisolto in questo mercato nerazzurro. Le scusanti sono tante, ma quello del sostituto di Samir Handanovic resta un tassello che non sarà colmato in questa sessione.

UNICO DA ANNI - Ormai è storia, l'Inter degli ultimi decenni non era mai arrivata ad avere un portiere titolare con un'età così avanzata. Handanovic ha rotto una regola che ha visto coinvolti prima di lui i vari Julio Cesar, Francesco Toldo, Gianluca Pagliuca, Walter Zenga e Ivano bordon. Alla soglia dei 32 anni (uno più o uno meno) tutti questi portieri sono stati di volta in volta sostituiti dai successivi eredi che ne hanno preso il posto fra i pali da titolari. Handanovic è invece riuscito ad arrivare a 37 anni compiuti senza che il club nerazzurro anche solo pensasse concretamente a una sostituzione.

ORA ONANA? - Dai problemi societari a possibili vice 'fatti in casa' che non sono riusciti ad esplodere, le scusanti sono come detto tante. Eppure quest'estate la possibilità di affondare il colpo per un sostituto ci sarebbe stata. Musso per "soli" 20 milioni è passato dall'Udinese all'Atalanta che ha liberato in prestito Gollini per il Tottenham. L'Inter aveva messo gli occhi anche su André Onana che a giugno 2022 si svincolerà dall'Ajax ed è probabilmente lui il profilo più seguito per quella svolta attesa da tanti, sempre più, tifosi interisti. Nessuno nega che Handanovic sia stato un portiere fenomenale e sia ancora un importante uomo spogliatoio. Ma la storia dell'Inter insegna: i nerazzurri sono in ritardo di almeno 3 stagioni sulla scelta dell'erede.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli