Inter, il tempo stringe per Bremer: l'intesa c'è e il Torino chiede una contropartita

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'Inter e Gleison Bremer si sono stretti la mano ormai 6 mesi fa, prima che decidesse di rinnovare il suo contratto con il Torino per riconoscenza, ma concordando già allora l'apertura all'addio a fine anno in direzione Milano. Il tempo sta però passando e come sempre altri club si stanno aprendo al mercato dei difensori e allora anche se la stretta di mano resiste, serve accelerare per evitare rilanci che complicherebbero l'affare.

SI' DEL TORINO ALLE CONTROPARTITE - Se con il giocatore l'intesa è già stata impostata su un quadriennale con opzione per un altro anno da 2,5+ bonus a stagione, manca ancora l'accordo finale con il Torino. L'Inter punta a chiudere su una valutazione che non superi i 25-28 milioni di euro e il club granata negli ultimi incontri ha aperto all'inserimento di contropartite tecniche che però dovranno essere sacrificate a titolo definitivo. Piacciono sia Franco Carboni, terzino sinistro italo-argentino classe 2003 e soprattutto Cesare Casadei, mezzala classe 2003 e autentico gioiello della Primavera campione d'Italia. Sul primo è arrivata l'apertura dei nerazzurri che invece per il secondo non vorrebbero perderne il controllo.

EVITARE RILANCI - L'accelerata serve e sarà necessaria in tempi brevi perché chi non è mai stato a guardare, nonostante il patto già chiuso fra Inter e giocatore è la Juventus che, cedendo De Ligt, potrà avere margine per affondare il colpo con il Torino anche prima dei nerazzurri che stanno invece aspettando l'addio di Skriniar in direzione PSG. Evitare rilanci diventa oggi fondamentale per i dirigenti nerazzurri che dovranno provare a scommettere sulla chiusura del colpo entro fine settimana.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli