Inter, Inzaghi: 'De Vrij e Onana titolari con il Barcellona. Lukaku-Dybala? Non ho scelto da solo' VIDEO

Alla vigilia della sfida di Champions contro il Barcellona, il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti alla consueta conferenza stampa di Appiano Gentile.

Cosa pensa di fare con Lautaro? “Stamattina ha fatto un esame che non ha evidenziato nulla. Ha chiuso la partita da affaticato e oggi farà un allenamento parziale. Capiremo le sua situazione. Brozovic e Lukaku  ovviamente non ci saranno mentre è da valutare Gagliardini”.

Come se ne esce da questo momento? “Ieri abbiamo fatto un allenamento più intenso per chi non ha giocato. Oggi analizzeremo e poi andremo nel particolare sul Barcellona. Veniamo dal un momento difficile, sabato abbiamo fatto una buona gara e poi ci abbiamo messo del nostro perché per quanto visto in campo avremmo meritato altro”.

Come si cambia una stagione così? “Con le vittorie e con i risultati. Quella di domani è una grande opportunità. Affrontiamo una delle migliori squadre d’Europa, non meritavano di perdere contro il Bayern e noi dovremo fare una partita di corsa e determinazione”.

Pensa che per domani serva uno stimolo per rimettere le cose a posto? “Il Barcellona è una squadra fortissima, insieme a City e Bayern offrono il miglior calcio europeo. Conosciamo le difficoltà della sfida di domani, il nostro è un girone proibitivo ma siamo l’Inter e proveremo a giocarcelo con tutte le nostre forze”.

Domani giocherà Onana in porta? Ci sarà una scelta definitiva? “Valuterò di partita in partita e domani inizierà Onana”.

Cosa la preoccupa di più del Barcellona? “Squadra completa, fanno aggressione e in Europa nessuno recupera così alto il pallone. È una squadra che sa fare tutto e adesso c’è anche Lewandowski”.

Quali saranno le difficoltà della partita? “Contro il Bayern non siamo stati nella partita nei momenti chiave e non abbiamo sfruttato le opportunità capitate. Domani sarà una partita di sofferenza, dovremo limitarli e colpire”.

Asllani è pronto per la seconda da titolare? “Ha fatto una buona gara, dimostrando le cose che ha fatto vedere fin dal primo giorno all’Inter”.

È lecito aspettarsi di più da Skriniar? “Da tutti, non è semplice individuare un calciatore. Anche da me bisogna aspettarsi di più“.

È vero che è stato lei a non volere Dybala? “Andiamo tutti in una sola direzione, da un anno e mezzo c’è un confronto quotidiano e quella di Dybala è stata una scelta condivisa”.

I quotidiani scrivono che le prossime tre potrebbero essere le sue ultime sulla panchina dell'Inter. “Noi allenatori dipendiamo dai risultati, in questo momento non stanno arrivando e sono in discussione ma ci sono abituato”.

Cosa le sta dando di più Acerbi rispetto a de Vrij? “Si è inserito molto bene ed è un calciatore di qualità. Io però non lascio indietro de Vrij che domani ha tante possibilità di giocare dall’inizio”.