Inter, Inzaghi: 'Settimana decisiva. Le polemiche del Milan? A fine anno errori arbitrali si compensano' VIDEO

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·4 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Alla vigilia della sfida di campionato contro la Roma, il tecnico dell'Inter, Simone Inzaghi, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti alla consueta conferenza stampa di Appiano Gentile.

Che partita si aspetta? Domani affronteremo una delle squadre più forti del campionato, in un ottimo momento di forma e allenata da un grande tecnico, tutti conosciamo il suo percorso sia all'estero che all'Inter e adesso sta facendo bene anche alla Roma. È una partita per noi molto importante”.

Come si fa a rinunciare a Correa in un momento così? “Ha fatto un'ottima partita come i suoi compagni, adesso abbiamo ancora l'allenamento del pomeriggio e la sgambata di domattina, dovrò valutare lo stato di ogni calciatore e credo siano tutti disponibili a parte Vidal che ha accusato una brutta distorsione nei minuti finali del derby”.

Che passaggio è verso lo scudetto questa partita? “La partita di martedì nel derby ci ha dato grande convinzione perché abbiamo giocato un'ottima gara e giocheremo un'altra finale. Bene per le nostre convinzioni di squadra, che però non si erano mai perse.Siamo lì e dobbiamo finire nel migliore dei modi”

Che qualità si aspetta di vedere nei suoi da qui in avanti? “Sappiamo che manca un mese alla fine, abbiamo partite ravvicinate e dobbiamo essere bravi a rimanere tranquilli e sereni nel preparare tutte le partite che arrivano”.

L'Inter a Roma si gioca tutto? “Questa settimana, con i tre impegni, sarà importantissima per noi e Sappiamo che bisognerà essere molto lucidi nel preparare tante partite in una settimana sola. Ma ci siamo già passati. Arriveremo a 53, 53 partite totali, ci aspettano sei finali da qui alla fine”.

L'Inter giocherà due partite in più rispetto alle altre in questo finale, Mourinho disse che poteva aiutare a tenere alta l'attenzione, lei cosa pensa? “Non è una cosa negativa di sicuro perché andremo a giocare una finale e lo volevamo con tutto noi stessi. Poi la partita contro il Bologna avremmo voluto giocarla quando si sarebbe dovuto giocare, adesso si è accavallata ma abbiamo calciatori di esperienza che sanno come si recupera dopo ogni sforzo”.

Allegri dopo la partita col Bologna ha detto di aver perso il campionato dopo il ko con l’Inter. Quella può essere la vittoria decisiva per lo scudetto? "No, è stata importante per il momento delicato che vivevamo, ma io dico che dall’8 luglio stiamo facendo un ottimo lavoro. Ho ragazzi seri e sempre concentrati che lavorano nel migliore dei modi, dopo l’inizio abbiamo alzato le aspettative e gli obiettivi iniziali. Questo non ci deve scoraggiare, deve darci una marcia in più per finire il mese nel migliore dei modi. Sarà un percorso lungo, l’auspicio è di avere tutti i giocatori a disposizione per poter scegliere".

7 partite in 29 giorni: turnover anche per i tre centrocampisti? "Sappiamo che a centrocampo hanno giocato di più, ma ho Vidal, Gagliardini e Vecino, di loro si è parlato meno ma sono due giocatori che si allenano perfettamente ogni giorno, sono disponibili e ci daranno una grande mano da qui alla fine. Vidal ha fatto tantissime partite a gara in corso, è entrato nel migliore dei modi. Sul 3-0 ci ha lasciato una caviglia, spero possa rientrare già da Bologna e spero lo stop sia più breve del previsto".

Non si è parlato molto delle prestazioni, ma più delle polemiche arbitrali. Le ha dato fastidio? "La grandissima soddisfazione è aver raggiunto un'altra finale. La nostra classe arbitrali è tra le migliori d'Europa, siamo fortunati ad averla. Possono sbagliare gli arbitri come noi allenatori come i giocatori, nell'arco di un campionato gli episodi a favore e contrari si pareggiano".

Quali sono le aspettative? "Inter-Roma per noi è una finale, una partita importantissima. La Roma ha grande valore, non perde dal 9 gennaio con la Juve, da tre mesi e mezzo. Dovremo prepararci nel migliore dei modi per fare una grande gara".

E' possibile far coesistere Gosens e Perisic? Ivan, secondo lei, può fare anche la mezzala? "Sono due grandissimi giocatori, stanno molto bene entrambi. Ho già fatto la scelta di farli giocare insieme col Verona, alzando Perisic a fare l'attaccante negli ultimi 20. Potrei mettere anche Perisic a destra, ma Dumfries e Darmian stanno facendo un grande campionato. Sono contento di poter scegliere su loro a sinistra quando stanno entrambi bene, è una fortuna".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli