Inter ko, furia Ausilio: “Sono esterrefatto, siamo stati presuntuosi e arroganti”

La rabbia di Piero Ausilio dopo il ko dell'Inter: "Con un atteggiamento così non si vince, non capisco come i giocatori possano presentarsi così".

L'Inter cade anche sul campo del Crotone e complica la sua corsa verso l'Europa, Piero Ausilio è intervenuto dopo il fischio finale mostrando tutta la sua rabbia contro la squadra di Stefano Pioli.

Intervenuto ai microfoni di 'Inter Channel', Ausilio è incredulo: "Quando hai un atteggiamento come il nostro nel primo tempo non puoi vincere nessuna partita. Siamo stati presuntuosi, arroganti e superficiali, se vai in campo e non metti tutto quello che devi fai fatica. Dopo 20 minuti eravamo sotto e anche se nel secondo tempo si è vista un'Inter diversa non ti basta. Quando trovi un Crotone che dà tutto per salvarsi serve un'Inter che faccia la partita e oggi non l'abbiamo fatta".

Il dirigente nerazzurro chiede una reazione immediata, ma non cambia il progetto: "Una grande squadra non cambia i propri programmi per una sconfitta. Dobbiamo lavorare e capire dove si deve cambiare. Squadra e allenatore devono prendersi la loro responsabilità. Basterebbe tornare quelli che eravamo, quando si parlava di un'Inter con grande futuro. Quello che è successo mi lascia esterrefatto, perché riconosco la qualità di questi giocatori e non posso comprendere come si possano presentare ad una prestazione di questo tipo. Oggi è stato inaccettabile".

Sabato arriva il derby contro il Milan, che ha scavalcato in classifica i nerazzurri: "Per assurdo il derby è una di quelle partite utili in questo momento, alza in tutti l'attenzione e l'intensità, in questa settimana l'attenzione deve essere superiore. Si è lavorato bene in questi mesi, il blackout di oggi è stato mentale. Abbiamo pagato troppo la sconfitta di domenica che ci ha condannati alla lotta per l'Europa League. Che è un nostro dovere centrare".

Ai microfoni di 'Premium Sport', Ausilio sottolinea ancora il suo pensiero: "In Serie A non puoi pensare di aver vinto senza scendere in campo. Ci sono fortunatamente anche cinque mesi buoni, di Inter che ha costruito qualcosa, per cui siamo anche questi. Nel derby dobbiamo ripartire subito e cancellare questa settimana che non è non solo da Inter, ma non è da squadra di Serie A. Quello che non va bene è l'approccio e la presunzione di questa partita. Il futuro di Pioli? Troveremo scritto di tutto, ma a noi interessa solo preparare questo derby per portare a casa i tre punti".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità