Inter, Kolarov bocciato fa rivedere i piani in difesa: a gennaio assalto a Milenkovic

Emanuele Tramacere
·2 minuto per la lettura

L'Inter esce con le ossa rotte dal derby perso 2-1 contro il Milan soprattutto per aver mostrato una condizione fisica non eccelsa e, soprattutto una difesa fin troppo ballerina in cui sono apparsi evidenti i limiti di coloro che avrebbero dovuto essere le riserve degli indisponibili Bastoni e Skriniar. In particolare è stata la disastrosa prestazione di Aleksandar Kolarov a colpire in negativo anche la dirigenza nerazzurra al punto che, in vista di gennaio è ripartita la caccia ad un rinforzo nel reparto.

SERVE UN COLPO - Tanti, forse troppi sono infatti i giocatori adattati nel reparto arretrato nerazzurro a partire proprio da Kolarov, passando a D'Ambrosio e anche all'altro neo-acquisto Darmian, rimasto in panchina per tutti i 90 minuti del derby. Terzini adattati centrali nella parte finale della propria carriera, ma senza certezze di rendimento nonostante l'ampia disponibilità dimostrata. E se a questo si aggiunge che Ranocchia è stato trattenuto per poi non avere fiducia neanche in emergenza allora il quadro si fa più netto e delineato: a gennaio l'Inter ha come priorità l'acquisto di un centrale difensivo.

ASSALTO A MILENKOVIC - Il budget non è eccelso e anche questo è ben delineato, per questo servirà lavorare su quelle che sono le possibili occasioni di mercato. Una potrebbe essere rappresentata da quel Nikola Milenkovic già trattato in estate, ma rimasto alla Fiorentina. I dirigenti viola hanno ribadito che se non rinnova il suo contratto in scadenza 30 giugno 2022 sarà ceduto e da parte del giocatore è arrivata l'indicazione della volontà di non firmare per cambiare aira. L'Inter lo sa e un tentativo lo farà. La valutazione di non meno di 40 milioni fatta dalla Fiorentina non può reggere con una situazione contrattuale così delicata e allora i margini di trattativa salgono. Milenkovic, inoltre, nasce terzino e si è adattato da tempo a giocare da terzo di destra in una difesa a tre. Proprio quello che Conte sta cercando nei sui laterali adattati. Non ricopre il ruolo di Kolarov, è chiaro, ma potrebbe essere un'alternativa in più per poter spostare o liberare Milan Skriniar. L'urgenza c'è, l'interesse anche, tocca all'Inter fare la prima mossa.