Inter, ladri in casa del calciatore Arturo Vidal: qual è il valore del bottino

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Arturo Vidal
    Arturo Vidal
    LiveOggiDomanivs--|
Ladri casa Arturo Vidal
Ladri casa Arturo Vidal

Stava disputando il derby della madonnina “Milan – Inter” quando il giocatore nerazzurro Arturo Vidal ha ricevuto in casa sua delle sgradite visite. Una banda di ladri che aveva già svaligiato alcune abitazioni della zona del Comasco, è riuscita a trafugare un cospicuo bottino di diverse centinaia di migliaia di euro.

Ladri casa Arturo Vidal, l’ammontare del bottino

L’ammontare del bottino che i malviventi sarebbero riusciti a portare via avrebbe raggiunto dunque un ingente valore. Stando a quanto appreso, oltre a gioielli e ori, i ladri sarebbero riusciti a derubare anche un fuoristrada Mercedes del valore di oltre 400 mila. Nel parco macchine del calciatore era presente anche una Ferrari 448 che non sarebbero tuttavia riusciti a portare via.

Ladri casa Arturo Vidal, la vicenda

Stando a quanto informa la testata “La provincia di Como”, Vidal è stato colpito dal furto lo scorso 7 novembre tra le 20.45 e le 21.15. Il calciatore a quell’ora non si trovava in casa in quanto si trovava a San Siro dove aveva avuto luogo il derby. Diversi i danni riscontrati nell’abitazione. I malviventi avrebbero distrutto i vetri, mentre la casa sarebbe stata messa in totale e completo disordine.

Ladri casa Arturo Vidal, il calciatore ha sporto denuncia

A seguito di quanto avvenuto, il calciatore ha sporto denuncia contro i ladri che nel frattempo sarebbero riusciti a fuggire. In ogni caso, le forze dell’ordine starebbero indagando al fine di individuare i responsabili del furto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli