Inter, le nazionali pressano: oggi i test decisivi, domani l'Ats può dare l'ok per le partenze

·1 minuto per la lettura

Un nuovo sospiro di sollievo. Il secondo giro di tamponi interamente negativi ha riportato parziale serenità in casa Inter dopo una settimana decisamente movimentata. Alle positività di D'Ambrosio, Handanovic, de Vrij e Vecino, oltre a quelle di alcuni membri dello staff, non se ne sono aggiunte altre. L'intero gruppo squadra resta però in isolamento: oggi - come riporta La Gazzetta dello Sport - è previsto un nuovo tampone molecolare il cui esito arriverà nella giornata di domani. Un esame chiave, quello che - in caso di complete negatività - darebbe l'ok per il ritorno in campo alla Pinetina, al momento chiusa da giovedì.

OK ALLE NAZIONALI? - Un esame che, tuttavia, potrebbe ripercuotersi sulla vicenda nazionali. Oltre al rinvio di Inter-Sassuolo e alla chiusura del centro sportivo di Appiano Gentile, infatti, l'Ats di Milano aveva imposto la mancata risposta alle convocazioni durante la sosta. Le federazioni, tuttavia, pressano: l'Italia ha convocato Bastoni, Sensi e Barella, la Danimarca reclama Eriksen, il Belgio aspetta Lukaku e la Croazia attende Brozovic e Perisic. In caso di negatività, l'esame di domani potrebbe dare il via alla partenza dei dieci nazionali in giro per l'Europa. La palla è tutta in mano all'Ats, che domani potrebbe quindi emettere un nuovo dispositivo che dà la possibilità di raggiungere le nazionali previo rispetto delle norme di isolamento adottate a Milano. Dall'Inter, intanto, filtra irritazione per le parole di Pirlo, che ieri aveva definito "fortunata" la società nerazzurra per il rinvio della gara con il Sassuolo. Scopri di più su Pokerstarsnews.it