Inter, le pagelle di CM: deludono Barella e Lautaro, Calhanoglu supera l'esame da ex

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Milan-Inter 1-1

Handanovic 6: Interventi puntuali, anche se non complicatissimi. Al tuffo, preferisce il suo solito sguardo laser sul tiro di Saelemaekers, che però sbatte sul palo. Sintomi da non trascurare.

Skriniar 6,5: Con Rebic in campo si abbassa probabilmente troppo, ma quando lo puntano non passano mai.

De Vrij 5,5: Se la cava abbastanza bene su Ibra, ma il colpo di testa che manda il pallone alle spalle di Handanovic è più goffo che sfortunato.

Bastoni 6,5: Brahim Diaz lo impegna non poco, ma il nerazzurro, quando può, prova ad attaccarlo a sua volta. Bellissima una sua penetrazione in area avversaria, con il seguente assist per Barella, sprecato malamente dal centrocampista.

(Dal 39’ s.t. Dimarco: s.v.)

Darmian 6,5: Su e giù per la fascia e nelle azioni più pericolose dell’Inter c’è sempre il suo zampino. Conquista un calcio di rigore ed è sua la torre di testa nell’azione che porta Lautaro a calciare dal cuore dell’area di rigore.

(Dal 31’ s.t. Dumfries: s.v.)

Barella 5: Una delle sue peggiori prestazioni da nerazzurro. Soffre la fisicità dei rossoneri e non riesce mai ad essere realmente utile, in nessuna delle due fasi di gioco. Sbaglia un gol abbastanza semplice per uno come lui.

(Dal 23’ s.t. Vidal 6: Lotta su tutti i palloni e si fa vedere affamato. Arriva in area di rigore sull’assist di Dzeko, ma gli manca l’istinto killer).

Brozovic 5,5: Schermato con dovizia e costanza, non riesce a smistare palloni né a recuperarli. La corsa non manca, come al solito, ma la lucidità sì.

Calhanoglu 7: Mostra gran coraggio quando va a prendersi il pallone per calciare il rigore sotto la sud. Penalty che lui stesso si era procurato e che trasforma con conclusione centrale. Gioca con personalità e buona qualità, sotto una pioggia di fischi. Esame da ex superato.

Perisic 6: Nell’uno contro uno con Calabria, si annullano entrambi. Riesce a sgasare giusto un paio di volte e propone cross interessanti verso centro area, ma mai davvero pericolosi.

Dzeko 6: Fa a sportellate con la difesa rossonera. La cosa più bella la fa quando scappa via a Kjaer e serve a Vidal un grande assist, ma il cileno spreca. Suo anche l’assist per Lautaro, che spreca.

(Dal 31’ s.t. Correa: s.v.)

Lautaro 4,5: Malissimo, in tutto. Quando il gol inizia a mancargli troppo, scende in campo poco lucido. Sbaglia un rigore e dal centro dell’area di rigore, calcia malissimo da buona posizione dopo un assist di Dzeko.

(Dal 9’ s.t. Sanchez: s.v.)

Inzaghi 6: Soffre il Milan nel primo tempo e si abbassa troppo nel finale. Insiste con Dumfries, che messo in campo negli ultimi minuti di gioco, sembra più un limite che una risorsa per la squadra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli