Inter, lo Slavia Praga chiede le scuse di Lukaku: "Nessun coro razzista all'interno dello stadio"

Il club cecoslovacco risponde alle accuse del belga: "Abbiamo analizzato le immagini e nulla conferma le dichiarazioni di Lukuaku, dovrebbe scusarsi".
Il club cecoslovacco risponde alle accuse del belga: "Abbiamo analizzato le immagini e nulla conferma le dichiarazioni di Lukuaku, dovrebbe scusarsi".

Ancora il razzismo al centro del dibattito: lo  Slavia Praga  risponde alle accuse di razzismo che  Romelu Lukaku  aveva esternato nei confronti dei tifosi cecoslovacchi al termine della sfida di Champions League giocata dall' Inter. 

Durante l'incontro l'attaccante belga ha dichiarato di essere stato oggetto di cori di natura razzista dopo il goal annullato ai nerazzurri. Lukaku aveva denunciato l'accaduto al termine della partita , chiedendo anche all'UEFA di attenzionare con maggiore insistenza la piaga razzista che dilaga negli stadi.

La UEFA ha risposto il giorno seguente, decidendo di non aprire nessuna inchiesta per mancanza di riscontri. Anche lo Slavia Praga ha risposto in maniera dura alle accuse di Lukaku sul proprio profilo 'Twitter', dicendo addirittura di esigere le scuse del colosso belga in quanto la sussistenza delle sue accuse non è stata verificata in alcun modo.

“Respingiamo totalmente qualsiasi l’accusa di cori razzisti all’interno dello stadio. Abbiamo analizzato nuovamente tutte le immagini disponibili e nulla conferma la dichiarazione di Lukaku. Proprio come noi ci scusiamo per il comportamento degli individui, sarebbe opportuno che Lukaku si scusasse per le sue parole”.

 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...