Inter: lo Sporting dice sì a 10 milioni per Joao Mario, ma c'è un altro nodo per il riscatto

·1 minuto per la lettura

Joao Mario convince lo Sporting: il club di Lisbona vuole trattenere il centrocampista arrivato in prestito dall'Inter. Un'intenzione già manifestata nelle scorse settimane e rafforzata negli ultimi giorni, anche a fronte di un prezzo importante fatto dai nerazzurri: 10 milioni di euro, una cifra che permetterebbe alla società milanese di mettere a bilancio una buona plusvalenza (il giocatore peserà a bilancio per 3,8 milioni di euro al 30 giugno 2021). Una somma che, riferisce l'edizione odierna di O Jogo, non spaventa la dirigenza dello Sporting, vista anche la possibilità di rateizzare il pagamento, ma c'è un altro nodo da risolvere per perfezionare l'acquisto a titolo definitivo.

NODO INGAGGIO - Si tratta dello stipendio di Joao Mario, troppo oneroso per le casse della squadra di Lisbona. Il portoghese ha un ingaggio da 2,7 milioni di euro netti a stagione, superiore al tetto salariale imposto dallo Sporting che al momento contribuisce al pagamento solo per un milione, con il resto dello stipendio a carico dell'Inter. Serve quindi che lo stesso giocatore acconsenta a un'importante riduzione dell'ingaggio per poter restare a titolo definitivo, parti al lavoro: l'Inter fiuta la possibilità di realizzare un'importante plusvalenza con la cessione di Joao Mario.